Concorso scuola: bocciata alla prova scritta, docente viene contattata da USR per diventare commissario

di redazione
ipsef

La storia paradossale ci viene raccontata a [email protected] La docente ha subito la stessa sorte di migliaia di colleghi in questi giorni, che non trovano il proprio nome negli elenchi degli ammessi alla prova orale.

La storia paradossale ci viene raccontata a [email protected] La docente ha subito la stessa sorte di migliaia di colleghi in questi giorni, che non trovano il proprio nome negli elenchi degli ammessi alla prova orale.

Un concorso che sarebbe dovuto passare alla storia per la prova computer based e che invece sarà ricordato per l'enorme delusione che ha generato nei partecipanti a causa dell'elevato numero di bocciature. Alle quali peraltro, al di là di mere supposizioni, non si può dare ancora una spiegazione logica.

Ma la storia di oggi è paradossale. La candidata di cui parliamo è in possesso di abilitazione TFA I ciclo, ma ha già alle spalle vari anni di precariato nella scuola e può vantare varie certificazioni nel proprio curriculum. Deve essere stato proprio questo a indurre l'USR – alla disperata ricerca di commissari – a sceglierla, probabilmente come commissario aggregato, per far parte della commissione giudicatrice.

Perchè sta accadendo anche questo nel concorso scuola docenti 2016 e non abbiamo motivo per dubitare della testimonianza della docente che si è rivolta alla nostra redazione. Non ci sono più elenchi dai quali attingere per sostituire i commissari che si dimettono (altro mistero, ma questo spiegabile) e il Miur ha allargato i requisiti per far parte delle commissioni (anche se a rigore i docenti da chiamre dovrebbero comunque essere di ruolo) Concorso scuola docenti, mancano i commissari aggregati. Scatta piano B: nomina d'ufficio dall'USR, in extremis prescinde dai 5 anni di ruolo

Naturalmente la collega non ha accettato, ma di certo se lo avesse fatto la serietà del concorso sarebbe stata fortemente compromessa.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare