Concorso scuola 2020: finalmente arrivano in Gazzetta i bandi. Lettera

Stampa
ex

inviata da Anna Maria Todisco un’insegnante, una mamma e una nonna –  ……dopo proposte immorali, vergognose, ingiuste da parte dei sindacati e di molti politici, che solo per squallidi fini elettoralistici, hanno proposto «sanatorie» per assumere, senza selezione, in base solo a titoli e anni di servizio.

Un insulto a tutti quei giovani che hanno da precari insegnato in posti lontanissimi per acquisire punteggio, hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento seguendo specifici e “costosi” corsi universitari: chi la SSIS (scuola di specializzazione di durata biennale), chi un percorso annuale il TFA (Tirocinio Formativo Attivo annuale),tutti percorsi a numero chiuso selettivi e infine hanno affrontato CONCORSI “VERI” , brillantemente superati, vincendo la cattedra nelle proprie regioni. Un insulto alle famiglie che hanno sostenuto grandi sacrifici economici per sostenere i propri figli in questo lungo cammino.
Grazie al ministro Azzolina, grazie alla senatrice Granato, grazie al movimento 5 stelle, grazie al capo dipartimento Max Bruschi

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”