Concorso riservato: per Anief servizio sezioni Primavera deve essere valutato anche per accesso scuola infanzia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anief – Tra i requisiti richiesti per la partecipazione al concorso “straordinario” riservato alla scuola primaria e infanzia, il Miur ha inserito due anni di servizio prestato presso scuole statali, ma non ritiene utile il servizio svolto da molti docenti nelle cosiddette “sezioni primavera” istituite dalla legge 296/2006 come iniziativa per favorire la continuità del percorso formativo 0-6.

“Per far fronte alla necessità di servizi educativi per i bambini al di sotto dei tre anni – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – sono stati attivati ormai da un decennio questi progetti che la norma ha voluto per favorire quell’ampliamento qualificato dell’offerta formativa rivolta a bambini dai 24 ai 36 mesi che fosse improntato su criteri di qualità pedagogica. Le sezioni “primavera” sono state istituite come sezioni sperimentali aggregate alla scuola dell’infanzia e vi prestano servizio educatrici qualificate e abilitate all’insegnamento nella scuola Infanzia. Non si capisce per quale motivo, ora, il Miur non ritenga utile tale servizio di insegnamento al fine dell’accesso al concorso per la scuola Infanzia quando lo stesso servizio è ritenuto utile ai fini del punteggio nelle Graduatorie e le educatrici che vi lavorano sono abilitate all’insegnamento proprio nella scuola infanzia”.

L’Anief, dunque, ha attivato lo specifico ricorso cui è già possibile aderire per dare la possibilità alle docenti abilitate nella scuola infanzia con diploma di scuola magistrale, di istituto magistrale o con la Laurea in SFP che hanno svolto la loro attività educativa presso le sezioni primavera di partecipare al concorso per la scuola ifanzia; possono partecipare al ricorso coloro che non hanno le due annualità di servizio svolto nelle scuole statali, ma che raggiungerebbero tale requisito computando il servizio svolto nelle sezioni primavera (il servizio deve essere svolto con  almeno 180 giorni per ogni anno scolastico, anche non continuativo, oppure con servizio continuativo dal 1° febbraio fino al termine delle attività didattiche).

Per partecipare al ricorso è necessario inviare all’USR di proprio interesse il modello cartaceo predisposto dall’Ufficio Legale Aniefentro il 12 dicembre, termine ultimo fissato dal bando per la proposizione della domanda di partecipazione, e aderire allo specifico ricorso entro la medesima data, seguendo le istruzioni fornite dall’Ufficio Legale Anief per l’invio di tutta la documentazione utile ai fini dell’effettiva proposizione dell’azione legale.

Per scaricare il modello cartaceo predisposto da Anief CLICCA QUI

Per aderire al ricorso per ottenere l’accesso al concorso scuola Infanzia con il servizio svolto nelle sezioni primavera, CLICCA QUI

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione