Concorso riservato dirigenti scolastici, prova d’accesso: articolazione, valutazione, punteggio e graduatoria

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’istruzione e del merito, pubblicando il previsto decreto, ha dato il via al concorso riservato per dirigenti scolastici. In cosa consiste e come si valuta la prova d’accesso. 

Concorso Dirigente scolastico (ordinario e riservato), ti aiutiamo a superare la preselettiva con 15 lezioni LIVE. GUARDA LA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

DM 107/2023

Il decreto Milleproroghe (DL n. 198/2022, convertito in legge n. 14/2023) ha previsto un corso intensivo di formazione con annessa prova finale per i docenti, che hanno partecipato al concorso per dirigente scolastico, di cui al DM 1259/2017,  i quali abbiano preso parte almeno alla prova scritta e abbiano un ricorso pendente. Approfondisci chi può partecipare

Al Milleproroghe è seguito l’attuativo DM n. 107/2023, disciplinante l’intera procedura ossia le modalità di partecipazione al corso intensivo di formazione e alla relativa prova finale.

Articolazione procedura

La procedura in esame, ai sensi del citato DM n. 107/2023, si articola nei seguenti steps:

  1. prova di accesso
  2. corso intensivo di formazione
  3. prova finale del corso intensivo
  4. elenco graduato in coda alla graduatorie di merito del concorso ordinario 2017

Prova d’accesso

Materie e aree tematiche

La prova verte sulle materie indicate nell’articolo 10/2, lettere a), c), d), e), g) e h), del DM n. 138/2017, secondo le relative aree tematiche indicate nei Quadri di riferimento allegati al DM 107/2023.

Queste le materie:

  • a) normativa relativa al sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
  • c) processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del PTOF, all’elaborazione del RAV e del PdM, nel quadro dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territorio;
  • d) organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
  • e) organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico;
  • g) elementi di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e in danno di minorenni;
  • h) contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali.

Queste le aree tematiche

Modalità svolgimento

Le modalità di svolgimento della prova d’accesso (diversamente dalle materie che sono uguali) sono differenti a seconda della diversa situazione in cui si trovano i candidati. Pertanto, svolgeranno:

  • una prova d’accesso scritta i candidati che  abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova scritta, nonché quelli che abbiano superato la prova scritta e la prova orale, cui siano stati ammessi in seguito ad un provvedimento giurisdizionale cautelare, anche se successivamente caducato;
  • una prova d’accesso orale i candidati che abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova orale.

Evidenziamo che, eccetto i candidati che abbiano superato prova scritta e prova orale, cui siano stati ammessi in seguito ad un provvedimento giurisdizionale cautelare anche se successivamente caducato, tutti gli altri devono trovarsi nelle situazioni descritte alla data del 28 febbraio 2023 (la tematica è stata affrontata nel sopra linkato articolo)

Prova scritta

La prova scritta:

  • si basa su sistemi informatizzati;
  • ha una durata di 120 minuti;
  • consiste in 100 (cento) quesiti a risposta chiusa: 15 quesiti per ciascuna delle suddette materie; 5 per la verifica della conoscenza di livello B2 del CEF della lingua straniera prescelta; 5 per la verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione normalmente in uso presso le scuole. Ciascun quesito ha quattro opzioni di risposta, di cui una sola esatta. Per ogni risposta corretta sono attribuiti punti 1 (uno), mentre per ogni risposta errata o non data sono attribuiti punti 0 (zero).

Prova orale

La prova orale:

  • ha una durata minima di 60 minuti;
  • consiste in un colloquio, che verte su quesiti predisposti dalla Commissione prima dell’inizio della stessa e proposti al candidato previa estrazione a sorte. I quesiti accertano per ogni candidato la preparazione in ciascuna delle materie sopra elencate, la conoscenza di livello B2 del CEF della lingua straniera prescelta nonché degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione normalmente in uso presso le scuole.

Valutazione prova d’accesso

Sia la prova orale che la prova scritta sono valutate, utilizzando esclusivamente numeri interi, nella maniera di seguito indicata:

  1. per ciascuna delle materie sopra indicate sono attribuibili un massimo di 15 punti;
  2. per la verifica della conoscenza di livello B2 del CEF della lingua straniera prescelta sono attribuibili un massimo di 5 punti;
  3. per la verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione normalmente in uso presso le scuole sono attribuibili un massimo di 5 punti.

Il punteggio massimo raggiungibile è dunque pari a 100/100*. La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio complessivo pari o superiore a 60/100. Il punteggio così ottenuto va poi  convertito su base decimale, mantenendo la frazione decimale eventualmente conseguita dal candidato.

Evidenziamo che il punteggio conseguito nella prova è molto importante in quanto viene computato, ai fini della redazione dell’elenco graduato, ove gli aspiranti vengono inseriti in base a: punteggio prova d’accesso e punteggio titoli posseduti alla data del 29 dicembre 2017. Si tiene inoltre conto dei titoli di precedenza.

*[15 punti x 6 (materie da verificare) + 5 punti (verifica lingua straniera) + 5 punti (verifica conoscenza strumenti informativi e tecnologie della comunicazione)= 90+5+5= 100 punti]

Data, sede e ora prova d’accesso

La data, la sede e l’ora della prova d’accesso saranno indicate con successivo avviso del MIM, pubblicato almeno venti giorni prima dell’inizio della prova. Nell’avviso saranno altresì indicate le modalità di identificazione previste per la partecipazione alla prova medesima.

Concorso Dirigente scolastico (ordinario e riservato), ti aiutiamo a superare la preselettiva con 15 lezioni LIVE. GUARDA LA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

Concorso riservato dirigenti scolastici, ecco il decreto ministeriale. (SCARICA PDF) Costi e termini. Le info utili

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€