Concorso, prima si effettua il test febbre. Esclusi sopra i 37 gradi

Stampa

Succede a Napoli, in 3mila partecipano ad un concorso, ma prima devono superare il test febbre. I candidati provengono da molte parti d’Italia, chi è malato non entra

Il concorso riguardava posti per psicologi, tecnici di laboratorio e tecnici della prevenzione che si è svolto a Napoli. Una quarantina di candidati erano fuori regione e per i quali l’ASL ha approntato delle misure per garantire la sicurezza a tutti i concorrenti che nel complesso erano circa 3mila.

Ai 40 candidati extra-regione è stato somministrato un questionario nel quale, secondo quanto riporta l’ANSA, erano presenti informazioni circa la zona di provenienza. Inoltre, tra quanti provenivano da zona a rischio, è stata misurata la febbre. Quanti avessero avuto una temperatura al di sopra dei 37 gradi non avrebbero potuto accedere alle prove. Inoltre, il candidato “infetto”, si sarebbe dovuto affidare alle cure del 118.

Secondo quanto comunicato all’ANSA dall’azienda sanitaria locale, non ci sono stati intoppi e le operazioni concorsuali si sono svolte con regolarità.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!