Concorso Presidi Toscana: difformità nei giudizi delle due commissioni

WhatsApp
Telegram

A vincere il concorso per dirigenti scolastici in Toscana erano stati  in 16, ma, in seguito a una sentenza del Consiglio di Stato, la prova è stata nuovamente corretta da una Commissione diversa che ne ha stravolto i risultati.

A vincere il concorso per dirigenti scolastici in Toscana erano stati  in 16, ma, in seguito a una sentenza del Consiglio di Stato, la prova è stata nuovamente corretta da una Commissione diversa che ne ha stravolto i risultati.

I 16 vincitori del concorso, immessi in ruolo nel settembre 2012, alla fine dell’anno scolastico dovranno lasciare il loro posto perché il concorso, che avevano superato, è stato annullato per vizio procedurale. Le lor prove, ricorrette da una nuova commissione non sono state giudicate sufficienti e quindi sono stati bocciati.

Oltre alla beffa anche il danno poiché per accettare l’incarico da dirigente i presidi avevano lasciato, rinunciandovi, le loro cattedre da insegnanti ed ora non si sa se potranno riaverle.

Secondo la senatrice Pd Donatella Mattesini, che ha presentato un’interrogazione al ministro Stefania Giannini, i criteri fisati dal Miur devono essere chiari, evidenti e incontrovertibili. I giudizi delle due commissioni, quella con vizio procedurale e la nuova nominata, sono stati pesantemente difformi. Di 46 concorrenti che avevano superato il concorso 21, tra i quali i 16 vincitori, non sono stati riammessi alla prova orale.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur