Concorso per psicologi a Roma: 4mila candidati per 33 posti. “Il Covid preoccupa, ma l’Italia ha bisogno di noi”

Stampa

All’Hotel Ergife di Roma va di scena il concorso per psicologi che vede in lizza 4mila candidati per 33 posti. 

Così come segnala La Repubblica, in un video articolo, lungo serpentone di aspiranti con distanziamento e mascherina, in alcuni casi addirittura doppia.

Una candidata afferma: “Preoccupata per il Covid? Sì, molto. Anche perché a lavoro ci tengono in smart working o molto contingentati e poi ci troviamo qui con 1000 persone in una stanza”, afferma una candidata.

Poi c’è un’altra aspirante che si è presentata con la sua bimba di appena tre mesi al collo. “Non era nemmeno in progetto quando è uscito il bando – racconta -. Non la potevo lasciare da sola per così tante ore e quindi ho scelto di venire in ogni caso”.

La prova scritta del concorso è stata suddivisa in 2 giorni, con due turni da 1000 esaminandi ciascuno.

“L’Ordine degli Psicologi del Lazio non possiede alcuna competenza decisionale in materia di concorsi. Ma prima di chiedere l’annullamento della prova suggerirei un minimo di cautela”, ha dichiarato Federico Conte, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Poi continua: “Mi pare che prove analoghe si stiano tenendo anche in altre regioni del Paese interessate dal medesimo grado di rischio o perfino superiore. Infine, una eventuale sospensione del concorso motivata dall’emergenza Covid, complice l’incertezza sull’evoluzione del quadro pandemico, rinvierebbe un momento atteso dalla comunità professionale da oltre venti anni ad un tempo indefinito, perché la sospensione dovrebbe protrarsi fine alla conclusione dell’emergenza”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia