Concorso per 400 scuole organizzato dalla Fondazione Giovanni Falcone. I vincitori visiteranno gli uffici Fbi in Virginia

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

Non è da tutti avere la possibilità di visitare la sede della Fbi, il famoso settore di investigazione degli Stati Uniti. Questa occasione sarà riservata a una delle 400 scuole che parteciperanno al concorso organizzato dalla Fondazione Giovanni Falcone.

L’istituto vincitore – come riporta il sito Ansa – potrà inviare una delegazione di studenti all’Accademia del Federal Bureau of Investigation in Virginia. Oggetto del concorso sono le creazioni letterarie e artistiche.

L’iniziativa è stata presentata direttamente da Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso a Capaci, e presidente della Fondazione, assieme al direttore centrale della Direzione per gli Affari Generali della Polizia di Stato, Filippo Dispenza, a Giovanna Boda, direttore generale del Miur, Giuseppe Costanza, autista del giudice sopravvissuto all’attentato e Tina Montanaro, moglie di Antonio, il caposcorta morto nell’eccidio del 23 maggio 1992. Proprio gli uomini della scorta, vittime di mafia di cui si parla sempre poco, saranno al centro delle celebrazioni nel giorno della ricorrenza del ventiseiesimo anniversario della strage sull’autostrada verso Palermo.

Il viaggio premio nella sede dell’Fbi vuole rimarcare i rapporti di collaborazione fra i gruppi investigativi palermitani e quelli statunitensi iniziati proprio su iniziativa del giudice Giovanni Falcone.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare