Concorso ordinario STEM: chi lo supera avrà 12 punti nella graduatoria interna dei docenti di ruolo

WhatsApp
Telegram

Il concorso ordinario per le discipline scientifiche STEM è ormai in corso di svolgimento e dovrebbe portare all’assunzione in ruolo dei vincitori già dall’a.s. 2021/22, a condizione che le relative graduatorie di merito siano pubblicate entro la data ultima del 30 ottobre 2021. I vincitori, cioè coloro che rientreranno tra i posti banditi e quindi saranno assunti in ruolo, e i docenti che supereranno le prove (ma non rientreranno tra i vincitori) avranno 12 punti nelle graduatorie interne di istituto.

Graduatoria interne di istituto

Annualmente, com’è noto, entro i quindici successivi al termine ultimo di presentazione delle domande di mobilità (trasferimenti e passaggi di ruolo/cattedra), le istituzioni scolastiche formulano e pubblicano le graduatorie interne di istituto, ai fini dell’individuazione del personale perdente posto in relazione all’organico dell’autonomia assegnato alla medesima istituzione per l’anno scolastico successivo.

L’individuazione avviene in base alla citata graduatoria e in base al numero di posti assegnati alla scuola per ciascuna classe di concorso/tipologia di posto.

I docenti titolari nell’istituzione scolastica in questione vengono graduati in base ai punteggi derivanti da:

  • anzianità di servizio;
  • esigenze di famiglia;
  • titoli generali.

Vengono inoltre considerate le precedenze, di cui ai punti I, III, IV e VII dell’articolo 13, comma 1, del CCNI sulla mobilità 2019/22 (quello attualmente vigente), che determinano l’esclusione dalla medesima graduatoria del personale che ne è beneficiario.

I punteggi vengono attribuiti sulla base di quanto previsto dalla “Tabella di valutazione dei titoli ai fini dei trasferimenti a domanda e d’ufficio del personale docente ed educativo”, allegata al CCNI.

Tra i titoli generali valutabili, vi è “il superamento di un pubblico concorso ordinario per esami e titoli, per l’accesso al ruolo di  appartenenza, al momento della presentazione della domanda, o a ruoli di livello pari o superiore a quello di appartenenza”, per cui sono attribuiti 12 punti.

Per essere valutato, il concorso deve essere ordinario.

Concorso STEM

Il concorso STEM, sebbene non preveda la valutazione dei titoli, presenta tutte le caratteristiche necessarie ai fini dell’attribuzione dei 12 punti nell’ambito della graduatoria interna di istituto.

Pertanto, sia coloro i quali vinceranno il concorso sia coloro i quali lo supereranno (quindi supereranno le relative prove con il previsto punteggio minimo – 70/100), pur senza rientrare tra i vincitori, avranno attribuiti 12 punti nella graduatoria interna di cui sopra (naturalmente chi avrà superato le prove del concorso ordinario STEM ma non rientrerà nel numero dei posti a bando dovrà essere assunto in ruolo con altra procedura).

Evidenziamo che i concorsi sono valutati anche nelle procedure di mobilità che, al momento, non riguardano coloro i quali saranno assunti dal concorso STEM, considerato il blocco quinquennale previsto per tutti gli assunti in ruolo dall’a.s. 2020/21, a prescindere dal canale di reclutamento. Ricordiamo che il blocco diventerà triennale, come previsto dal decreto sostegni-bis (decreto legge n. 73/2021), al moment0 al vaglio del parlamento per la conversione in legge.

Concorso STEM, Protocollo MI: mascherine FFP2, tampone oro/rino-faringeo e autodichiarazione. Tutte le info per i candidati

Corso di preparazione al concorso ordinario per materie scientifiche (STEM). Con simulatore per la prova scritta

Concorso materie Stem, indicazioni per la prova scritta. Decreto in Gazzetta Ufficiale

Concorso materie STEM: prove scritte giorni 2, 5, 6, 7 e 8 luglio. Scarica calendari per classe di concorso. Decreto in Gazzetta Ufficiale

Concorso STEM discipline scientifiche: quali classi di concorso, 6.129 posti, prove e quesiti. Tutte le info [GUIDA]

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito