Concorso ordinario, sia infanzia primaria che secondaria, oggi ultimo giorno per la domanda. In base al numero si stabilirà preselettiva

Concorso scuola ordinario: sia per infanzia che primaria la data ultima di presentazione della domanda è oggi 31 luglio 2020. 

Le istruzioni

Non ancora stabilita la data di svolgimento delle prove.

Il Ministro ha parlato in maniera generica di settembre – ottobre, ma il primo concorso ad essere espletato sarà quello straordinario per il ruolo.

Per il concorso ordinario la prima operazione degli Uffici Scolastici sarà quello di stabilire, in base al numero delle domande pervenute, per ogni classe di concorso e regione, se sarà necessaria o meno la preselettiva.

La preselettiva  si svolgerà infatti qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sarà superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250.

La domanda è una autocertificazione

La compilazione della presente istanza avviene secondo le disposizioni previste dal D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, “TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”.

Domanda accettata con riserva

Cosa vuol dire che la domanda è accettata con riserva?

Non vuol dire che la domanda contenga degli errori o che il titolo d’accesso dichiarato non sia valido.

A spiegare questa circostanza è il bando che afferma ” I candidati sono ammessi al concorso con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione dichiarati nella domanda. In caso di carenza degli stessi, l’USR responsabile della procedura dispone l’esclusione immediata dei candidati, in qualsiasi momento della procedura concorsuale. ”

Pertanto, la domanda è accettata con riserva fino a quando l’USR della regione scelta dal candidato non effettuerà i controlli.

N.B. Secondo le esperienze dei concorsi precedenti, i controlli potrebbero non essere tempestivi. Anzi, per economicità, potrebbero essere riservati solo ai candidati che supereranno tutte le prove e saranno inseriti in graduatoria.

Anche se in questo caso andrebbero estesi anche a coloro che supereranno la prova ma non saranno inseriti in graduatoria perché classificati oltre il numero dei posti disponibili, perché in questo caso conseguiranno l’abilitazione all’insegnamento per quella specifica classe di concorso.

Pertanto è consigliabile essere certi della validità del titolo di accesso dichiarato per non incorrere in brutte sorprese a concorso avviato.

CORSI DI PREPARAZIONE DI ORIZZONTE SCUOLA FORMAZIONE

Concorso ordinario secondaria

Concorso infanzia e primaria

Back to school. La scuola riparte in sicurezza. Eurosofia ha creato dei nuovi protocolli formativi per sostenere la ripresa delle attività didattiche