Concorso ordinario secondaria, sessione suppletiva per candidati assenti causa Covid. Ordinanza TAR

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado di cui al DD n. 499 del 21 aprile 2020: l’Avv. Gianfranco Nunziata ci segnala l’ordinanza TAR che n. 3589/2022 prevede le prove suppletive per i ricorrenti assenti il giorno della prova scritta perché posti in isolamento causa Covid.

Ordinanza del Tar Lazio dell’8 giugno 2022, sessioni suppletive per chi posto in quarantena e non ha potuto partecipare al concorso ordinario per il personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado su posto comune e di sostegno iniziato il 14 marzo 2022 (D.D. n. 499 del 21.04.2020 e D.D. n. 23 del 05.01.2022).

Il Tar del Lazio con Ordinanza cautelare dell’8.06.2022 n. 3589/2022 ha stabilito il diritto alle prove suppletive – anche in merito al concorso ordinario – per coloro che a causa della situazione emergenziale non hanno partecipato perché in quarantena obbligatoria in seguito all’esito positivo del tampone rapido e perciò perché oggettivamente impossibilitati.

Quindi, il TAR del Lazio sul solco della precedente giurisprudenza formatasi sul punto in merito al precedente concorso straordinario, infanzia e primaria, ha ritenuto l’impossibilità oggettiva alla partecipazione alle predette prove concorsuali atteso anche che nel caso di violazione dell’obbligo di quarantena, configura una ipotesi di responsabilità penale ai sensi dell’art. 4, comma 6 del decreto legge 25 marzo 2020 n. 19 (conv. in legge n. 35 del 2020).

Per il Ministero candidati assenti hanno rinunciato alla prova

Il Ministero ha stabilito i calendari delle prove e gli USR hanno pubblicato gli abbinamenti dei candidati alle aule. E chi è stato assente?

Il Ministero scrive nel Decreto n. 23 del 5 gennaio 2022 “La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, ancorché dovuta a caso fortuito o a causa di forza maggiore, comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale”

Nessuna deroga dunque, neanche per provvedimenti di quarantena o isolamento legati all’emergenza sanitaria.

Una situazione che purtroppo non è nuova, che hanno ben conosciuto i candidati del concorso straordinario per il ruolo di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e le cui prove si sono svolte per alcune classi di concorso tra fine ottobre e i primi giorni di novembre 2020 e per altre classi di concorso a febbraio 2021 e anche i candidati del concorso ordinario infanzia e primaria con prova scritta svolta a dicembre 2021.

Alcuni candidati non hanno potuto partecipare “causa Covid” e si sono rivolti ai Tribunali, ottenendo la possibilità di una prova suppletiva.

Hanno potuto partecipare solo i candidati in possesso di provvedimento giurisdizionale favorevole, in questo caso per motivi legati al Covid.

Pertanto non sono previste prove suppletive in automatico, e su questa mancanza si inserisce l’Ordinanza del TAR indicata.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur