Concorso ordinario secondaria, riguarderà anche le classi di concorso STEM. Chi parteciperà, posti, utilizzo graduatorie

Stampa

Il concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado, bandito con DD n. 499/2020 e non ancora espletato, riguarderà anche le classi di concorso cosiddette STEM.

Rispondiamo ad uno dei quesiti più frequenti giunti in redazione: “Il prossimo concorso ordinario scuola secondaria prevedrà posti anche per le materie STEM? 

Prima di rispondere al quesito, nonché informare su chi potrà partecipare, su quali posti sarà bandito il concorso e quando saranno utilizzate le relative graduatorie di merito, ricordiamo da dove lo stesso (quesito) ha origine, ossia dal fatto che il decreto sostegni-bis ha anticipato la procedura ordinaria per le suddette materie scientifiche.

Concorso STEM

Il decreto dipartimentale n. 826/2021, attuativo del decreto sostegni-bis (DL n. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021), ha modificato il concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado (di cui al DD 499/2020), anticipando la procedura relativa alle discipline STEM.

L’anticipo della procedura concorsuale ha portato all’immissione in ruolo dei vincitori già dall’a.s. 2021/22 (vedi di seguito utilizzo graduatorie). Queste le classi di concorso interessate:

  • A020 Fisica (282 posti)
  • A026 Matematica (1005 posti)
  • A027 Matematica e Fisica (815 posti)
  • A028 Matematica e Scienze (3124 posti)
  • A041 Scienze e tecnologie informatiche (903 posti)

Non tutti i posti, comunque, sono stati assegnati, considerato che diversi candidati non sono riusciti a superare le prove.

Risposta al quesito

Ritornando al quesito di partenza ““Il prossimo concorso ordinario scuola secondaria prevedrà posti anche per le materie STEM? “, possiamo rispondere affermativamente: sì, nell’ambito del prossimo concorso ordinario saranno banditi posti relativi alle discipline STEM, come si evince dalle disposizioni del DL 73/2021 di seguito illustrate.

Chi potrà partecipare

Al concorso STEM, già espletato, hanno potuto partecipare i soli candidati iscritti entro il 31 luglio 2020. Al prossimo concorso, relativo sempre alle predette discipline, potranno partecipare gli aspiranti che:

  • erano già iscritti e non hanno partecipato (per svariate motivazioni) alla procedura già svolta;
  • hanno partecipato e non hanno superato la procedura già svolta (Art. 59, comma 18, del DL 73/2021: Resta impregiudicata per i candidati della procedura di cui al comma 14, la partecipazione alla procedura concorsuale ordinaria per le corrispondenti classi di concorso);
  • hanno partecipato e vinto la procedura (la possibile partecipazione di tali candidati, in una regione diversa da quella in cui sono inseriti in GM, sarà chiarita dal DM che riaprirà i termini di partecipazione; pensiamo che possano partecipare in base alla previsione sopra riportata: Resta impregiudicata per i candidati della procedura di cui al comma 14, la partecipazione alla procedura concorsuale ordinaria per le corrispondenti classi di concorso. Tale disposizione non fa distinzione tra candidati che hanno superato la procedura e candidati che non l’hanno superata).

Come detto sopra e diversamente da quanto previsto per le altri classi di concorso, con un apposito decreto ministeriale saranno riaperti i termini di partecipazione al concorso (per le sole discipline STEM), con relativa presentazione delle domande da parte dei candidati.

Posti banditi

I posti, relativamente ai quali si svolgerà il concorso, saranno sicuramente quelli non assegnati con la procedura già svolta, ai quali se ne potranno aggiungere altri, come leggiamo nell’articolo 59, comma 18, del DL n. 73/2021:

Ai fini di quanto previsto nel periodo precedente i posti delle predette procedure concorsuali ordinarie sono rideterminati in ragione dei posti vacanti e disponibili nei limiti individuati da un decreto del Ministro dell’istruzione di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il ((Ministro per la)) pubblica amministrazione 

Sarà, dunque, un apposito decreto a ridefinire in posti da bandire, in base alle disponibilità e nei limiti definiti dal medesimo decreto.

Utilizzo graduatorie

Ricordiamo che le graduatorie del concorso STEM già espletato, pubblicate entro il 30 ottobre 2021, saranno utilizzate per le immissioni in ruolo a.s. 2021/22. Qualora le predette graduatorie non siano pubblicate entro il citato termine ultimo (del 30/10/2021), le stesse:

  • saranno utilizzate negli anni scolastici successivi con priorità rispetto alle graduatorie delle procedure ordinarie;
  • nel caso in cui i posti destinati annualmente alle assunzioni non siano sufficienti, saranno utilizzate sino al loro esaurimento per le immissioni in ruolo dei vincitori (i soli che vengono inseriti nelle GM) anche negli anni scolastici successivi, nel limite delle facoltà assunzionali disponibili a legislazione vigente.

Pertanto, le graduatorie di merito del concorso ordinario che deve ancora svolgersi e riguardanti le sopra riportate classi di concorso (relative alle discipline STEM), saranno utilizzate dopo quelle della procedura STEM già svolta.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione