Concorso ordinario secondaria, quali le novità nel Decreto scuola

Decreto scuola in esame alla Commissione Istruzione del senato. Conclusa la presentazione degli emendamenti, il testo sarà in aula la prossima settimana. Scadenza 29 dicembre. 

Le novità per il concorso ordinario secondaria

Il comma 15 dell’art. 1 del Decreto Scuola sopprime le norme transitorie introdotte dal Decreto L.vo 59/2017 per venire incontro alle esigenze di allora dei precari, e cioè:

  • la possibilità per i docenti con tre anni di servizio negli ultimi otto, svolti nelle scuole sistema educativo di istruzione e formazione di partecipare al concorso ordinario senza i 24 CFU
  • la riserva del 10% dei posti destinata a tali docenti

E’ stata inoltre soppressa la norma dell’art. 14, co. 7-bis, del D.L. 4/2019 (L. 26/2019), che ha disposto che le graduatorie di merito del primo concorso per il reclutamento dei docenti nella scuola secondaria bandito successivamente alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge – e, dunque, le graduatorie del concorso ordinario da bandire entro il 2019 –, sono predisposte attribuendo ai titoli posseduti un punteggio fino al 40% di quello complessivo e che tra i titoli valutabili è particolarmente valorizzato il servizio svolto presso le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione, al quale è attribuito un punteggio fino al 50% del punteggio attribuibile ai titoli.

Corso di preparazione al concorso Secondaria di I e II grado

Valorizzazione dottorato di ricerca nei titoli

Nel testo del decreto scuola è stato invece introdotto

“18-octies. Nei concorsi ordinari per titoli ed esami di cui all’articolo 17, comma 2, lettera d), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, in sede di valutazione dei titoli, ai soggetti in possesso di dottorato di ricerca è attribuito un punteggio non inferiore al 20 per cento di quello massimo previsto per i titoli.”

Specializzandi TFA sostegno ammessi con riserva

Il comma 18-ter del Decreto Scuola dispone inoltre l’ammissione con riserva alla procedura straordinaria e alle procedure concorsuali per i posti di sostegno da bandire nel 2019 e 2020, dei docenti iscritti ai percorsi TFA sostegno a.a. 2018/19, purché il titolo venga conseguito entro il 15 luglio 2020.

L’ammissione con riserva degli specializzandi TFA sostegno è riferita sia al concorso ordinario secondaria, che allo straordinario secondaria, che al concorso ordinario infanzia e primaria che sarà bandito a breve.

Concorso ordinario scuola secondaria: nuovi requisiti, posti, assunzioni

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia