Concorso ordinario secondaria, prove superate. Devo partecipare anche al concorso straordinario bis?

WhatsApp
Telegram

Due concorsi nel giro di pochi mesi: qualche aspirante disorientato: cosa fare? Partecipare ad entrambi? Perché? Quali obiettivi è possibile raggiungere? Come centrare in pieno l’obiettivo dell’assunzione a tempo indeterminato?

Concorso ordinario secondaria, prove superate

Le prove del concorso ordinario bandito con DD n. 499 del 21 aprile 2020 e modificato con Decreto n. 23 del 5 gennaio 2022 sono: prova scritta e prova orale + prova pratica per quelle classi di concorso che la prevedono.

Alcuni candidati hanno già svolto tutte le prove, superandole.

Altri svolgeranno le relative prove in questi giorni.

Che cosa assicura questo?

Fino alla pubblicazione della relativa graduatoria di merito, il superamento delle prove assicura per tutti i candidati che attraverso la procedura concorsuale acquisiranno l’abilitazione per la o le classi di concorso in oggetto.

Ai fini dell’immissione in ruolo però conta il posto in graduatoria. Ossia la graduatoria sarà composta esclusivamente dai candidati che sommando punteggi prove + punteggi titoli si collocheranno nel numero dei posti a bando.

Ad oggi non sono state ancora pubblicate graduatorie del concorso ordinario secondaria, né conosciamo i tempi per la pubblicazione.

Pertanto il candidato che ha superato le prove sa di aver “conquistato” l’abilitazione ma non sa ancora se sarà immesso in ruolo da questo concorso. La normativa attuale non prevede infatti lo scorrimento delle graduatorie per gli idonei, cioè i candidati che superano tutte le prove ma che si collocano oltre il numero dei posti a bando.

Inoltre, anche se fosse stata pubblicata la graduatoria, il vincitore di concorso non sa ancora in quale provincia sarà assunto (la graduatoria è regionale), né se l’assunzione potrà avvenire già da settembre 2022 o successivamente. Sono in programma circa 60.000 assunzioni ma non abbiamo ancora i dettagli, nè tantomeno l’autorizzazione del MEF

Il concorso straordinario bis

Bandito con Decreto dipartimentale n. 1081 del 6 maggio 2022, è possibile presentare domanda entro il prossimo 16 giugno.

Il concorso straordinario bis è riservato ai docenti in possesso di determinati requisiti di servizio. Qui tutte le info

Un candidato che ha già superato tutte le prove del concorso ordinario deve partecipare al concorso straordinario bis, se in possesso dei requisiti?

Fermo restando che “deve” non esiste, la partecipazione è volontaria e può essere intesa esclusivamente come seconda possibilità per ottenere il ruolo, alle condizioni previste dal relativo bando.

Si tratta di una possibilità in più perché i posti del concorso ordinario e quelli del concorso straordinario bis sono distinti.

Al concorso straordinario bis vanno esclusivamente i posti residui dalle immissioni in ruolo 2021/22 ed essi sono già stati accantonati a livello provinciale. Questi posti potrebbero essere assegnati prima della fase ordinaria delle immissioni in ruolo 2022/23 o anche dopo, non cambia nulla.

La partecipazione al concorso potrebbe essere determinata anche dall’accantonamento provinciale del posto, anche se su questo noi abbiamo qualche riserva, avvertiamo cioè che potrebbero esserci delle modifiche.

Quindi chi partecipa ad entrambi i concorsi

  1. potrà essere destinatario di due distinte proposte per il 2022/23. Quella da concorso straordinario bis prevede il corso di formazione e l’anno di prova durante la supplenza finalizzata al ruolo e solo nel 2023/24 il posto a tempo indeterminato, previo superamento delle prove previste. E quella da concorso ordinario. Si dovrà sceglierne solo una, in caso di doppia nomina
  2. Per il concorso straordinario si ha una “mezza idea” della distribuzione dei posti a livello provinciale, per il concorso ordinario non ancora.
  3. al momento, per il concorso ordinario, anche chi ha superato le prove non sa se rientrerà in graduatoria, corrispondente al numero dei posti a bando.

Due concorsi con due diverse indicazioni per la prova orale

Ci rendiamo conto anche della difficoltà che  i candidati possono incontrare nella preparazione, dal momento che i bandi dei due concorsi predispongono una diversa modalità della prova orale.

Per il concorso ordinario l’estrazione della traccia avviene 24 ore prima e consiste

  • nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali. QUi le info

Per il concorso straordinario la prova è disciplinare, infatti la traccia è estratta sul momento.

Concorso straordinario bis: GUIDA compilazione domanda, programmi da studiare, titoli valutabili, posti disponibili. SPECIALE

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur