Concorso ordinario secondaria, male anche su sostegno: in Friuli Venezia Giulia ammessi all’orale meno della metà dei posti banditi

WhatsApp
Telegram

Proseguono fino al 13 aprile le prove scritte della prima parte del maxi concorso ordinario per docenti di scuole secondarie di primo e secondo grado. Dal 21 al 29 aprile le prove del secondo calendario. Polemiche attorno allo svolgimento delle prove: migliaia di partecipanti e pochi ammessi alle prove orali. I numeri esatti tuttavia sono quelli che arrivano direttamente dagli Uffici scolastici regionali. Dopo Puglia e Lombardia arrivano i dati dall’USR Friuli Venezia Giulia.

Va male per la classe di concorso ADSS, sostegno scuola secondaria di secondo grado: passano la prova 27 candidati su 56 posti banditi per la regione Friuli Venezia Giulia.

E ancora peggio per la classe di concorso ADMM, sostegno scuola secondaria di primo grado: superano la prova scritta 23 partecipanti su 62 posti banditi, meno della metà.

I dati finora resi noti dall’USR FVG per le altre classi di concorso:

AB24: oltre 100 ammessi all’orale, posti banditi 21

AB25: oltre 100 ammessi all’orale, posti banditi 17

A022: 98 ammessi all’orale, posti banditi 80

A012: 58 ammessi all’orale, posti banditi 42

A048: 71 ammessi all’orale, 28 posti banditi

a049: circa 100 ammessi all’orale, 19 posti banditi

Ma torniamo a ciò che è accaduto per la prova sul sostegno. Le prove si sono svolte il 14 marzo per la cdc ADSS, il 15 marzo per la cdc ADMM. Le domande, in base ai quadri di riferimento pubblicati dal Ministero, vertevano su normativa riferita all’inclusione scolastica, conoscenza della disabilità e degli altri bisogni educativi speciali in una logica bio-psico-sociale e, infine, aspetti organizzativi e della governance.

Per partecipare alla procedura concorsuale per i posti di sostegno era richiesto, in aggiunta agli altri requisiti, il titolo di specializzazione.

Si tratta di classi di concorso che registrano una carenza di docenti cronica, per cui migliaia di posti vengono dati in deroga (fino al 30 giugno) ogni anno scolastico.

I 27 candidati ADSS ammessi all’orale svolgeranno la prova dal 21 aprile; i 23 ADMM ammessi all’orale svolgeranno la prova dal 6 maggio.

Tutti contro i test a crocette

S’infittiscono le polemiche sulle modalità di svolgimento del concorso: test a crocette che per partecipanti, sindacati e politici non renderebbero merito ai docenti precari che insegnano e valutano gli studenti. “Non abbiamo bisogno di risponditori automatici di nozioni, di autonomi, abbiamo bisogno di sapere se sono in grado di trasmettere questo sapere agli alunni. Educare significa condurre a sé“, dice il sottosegretario all’Istruzione Sasso in una video intervista.

Veramente pensiamo che i nostri docenti possono essere valutati sulla base della fortuna?“, afferma Elvira Serafini, segretario generale Snals. “I precari – continua – sono quelli che da anni portano avanti la scuola italiana. Adesso li bocciamo e a settembre li richiamiamo per le supplenze, affidandogli i nostri figli. Si tratta di un rischiatutto. E’ assurdo”.

No alle domande a risposta multipla, ancora di più quando si tratta di quesiti pure opinabili. Spazio, quindi, a uno nuovo sistema di reclutamento, creando i presupposti per fare incrociare la domanda con l’offerta, quindi assumere gli insegnanti precari dal canale delle graduatorie già esistenti e utilizzate per chiamarli come supplenti”, dice Pacifico dell’Anief.

Abilitazione per chi supera le prove

Soltanto i vincitori, ossia coloro che superano tutte le prove previste per il concorso e che sommando anche i titoli, si collocano all’interno del numero dei posti a bando per la classe di concorso in oggetto nella regione scelta, avranno il ruolo. Coloro che invece superano tutte le prove previste ottengono l’abilitazione.

Concorso ordinario secondaria, chi supera le prove avrà l’abilitazione. Per il ruolo occorre posizionarsi nel numero dei posti a bando

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia