Concorso ordinario secondaria, preselettiva: esercitati con il simulatore. Argomenti, numero domande, durata

Stampa

Concorso ordinario secondaria I e II grado: le domande sono state presentate entro il 31 luglio. Primo step da superare sarà l’eventuale preselettiva. Il Ministero non ha ancora comunicato per quali classi di concorso e in quali regioni si svolgerà. L’unico dato fornito è il numero totale di coloro che hanno presentato la domanda e l’obiettivo di far svolgere la preselettiva subito dopo la conclusione dello straordinario. Emergenza sanitaria permettendo.

Esercitati con il nostro simulatore

I requisiti di accesso al concorso scuola secondaria I e II grado

Posti comuni:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per i posti di sostegno:

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno. Concorso straordinario e ordinario secondaria, per il sostegno serve la specializzazione

Come si articola il concorso ordinario

Il concorso ordinario sarà formato da

  • eventuale prova preselettiva
  • due prove scritte
  • prova orale

Per i posti di sostegno

  • eventuale prova preselettiva
  • prova scritta
  • prova orale

I posti per classe di concorso e regione

Allegato 1 – Prospetto Ripartizione Posti ​​​​​​​

Quando sapremo se sarà necessaria la preselettiva

Lo svolgimento della preselettiva sarà deciso solo dopo la presentazione della domande, qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250.

Dunque la preselettiva potrà non interessare tutti i candidati, ma solo quelli di una specifica regione e classe di concorso, in relazione al numero di domande presentate.

Sarà computer based, sui seguenti argomenti

  • capacità logiche
  • comprensione del testo
  • conoscenza della normativa scolastica
  • conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2  Perché solo inglese

Sarà assegnato 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate

Numero domande e durata prova

La prova preselettiva ha la durata di 60 minuti ed è comune a tutte le classi di concorso che la svolgeranno.

Argomenti della prova:

  • capacità logiche 20 domande
  • comprensione del testo 20 domande
  • conoscenza della normativa scolastica 10 domande
  • conoscenza della lingua inglese almeno a livello B2 10 domande

Si assegna un 1 punto alla risposta esatta, zero punti alla risposta sbagliata o non data.

Chi supera la prova preselettiva

Alla prova scritta è ammesso un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura.

Sono altresì ammessi alla prova scritta coloro che, all’esito della prova preselettiva, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi, nonché i soggetti di cui all’articolo 20, comma 2-bis, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, che si avvalgono della facoltà di essere esonerati dalla
prova preselettiva.

Pertanto non esiste un punteggio minimo per il superamento della prova, nè una soglia di sufficienza. A fare la differenza sarà il numero totale dei partecipanti e il punteggio acquisito dal candidato “più bravo”.

Chi supera la prova preselettiva accede alla prova scritta. Per chi non la supera il concorso termina a questa fase.

Il punteggio della preselettiva non farà parte della graduatoria finale, in cui sommeranno i punteggi di prove scritte e orale + titoli.

Corso di preparazione al concorso Secondaria di I e II grado

A disposizione banca dati

Durante un incontro con i sindacati il Ministero ha concordato sulla necessità di mettere a disposizione una banca dati per l’eventuale preselettiva e questo ha trovato puntualmente riscontro nel bando.

Il Ministero non ritiene invece opportuno prevedere, ai fini dell’accesso alla prova scritta, un voto minimo per il superamento della prova preselettiva

La previsione contenuta nello schema di decreto relativo al concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado  risponde infatti
all’esigenza di non selezionare un numero di candidati troppo esiguo, rendendo così poco competitivo lo svolgimento successivo del concorso, né troppo ampio, tale da rendere eccessivamente complessa la gestione della procedura – soprattutto avendo riguardo all’altissimo numero di commissioni che si dovrebbero nominare e alla tempistica delle correzioni.

Le disposizioni in parola, pertanto, prevedono una “doppia soglia” ai fini dell’attivazione della prova preselettiva, ovvero un numero di candidati non inferiore a 250 e superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso.

D’altra parte, anche ipotizzando un punteggio minimo di superamento, questo non potrebbe fissarsi alla c.d. “sufficienza” (60/100) stante la previa pubblicazione dei quesiti che renderebbe tale soglia facilmente
raggiungibile dalla maggior parte dei candidati e, di conseguenza, inutile la preselezione.

Neppure la previsione di una soglia minima si è sempre rivelata idonea a garantire un accesso più ampio alla prova scritta: vi sono stati casi, ad esempio nelle procedure TFA, in cui i candidati ammessi sono stati addirittura inferiori ai posti banditi.

Quando si svolgerà la preselettiva

Il Ministero non ha indicato quando comunicherà per quali classi di concorso e regioni si svolgerà la preselettiva ma solo che l’archivio da cui saranno estratti i quesiti sarà pubblicato almeno venti giorni prima dell’avvio dell’eventuale prova preselettiva.

La prova non può aver luogo nei giorni festivi ne’ nei giorni di festivita’ religiose ebraiche, nonche’ nei giorni di festivita’ religiose valdesi.

Esercitati con il nostro simulatore

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia