Concorso ordinario secondaria: chi supera tutte le prove otterrà l’abilitazione. A cosa serve e perchè anche “idonei” devono avere la graduatoria

WhatsApp
Telegram

Concorsi ordinari per la scuola secondaria: il superamento di tutte le prove (scritta, pratica se prevista per la classe di concorso, e orale) permette l’acquisizione dell’abilitazione per la classe di concorso per cui si partecipa.

La misura, già prevista per il concorso ordinario bandito ad aprile 2020 e già applicata al concorso STEM svolto durante l’estate 2021 per le classi di concorso A020, A026, A027, A028, A041, sarà estesa anche ai concorsi da bandire annualmente.

Il concorso sarà abilitante

Il concorso a cattedra sarà dunque abilitante. La graduatoria da cui si attingerà per il ruolo sarà formata esclusivamente dal numero dei docenti che hanno superato tutte le prove e che, con la valutazione dei titoli, si collocano all’interno del numero dei posti a bandi.

Oltre i posti a bando, i docenti che superano tutte le prove diventano “idonei”. Il termine non è più utilizzato dal Ministero ma individua il docente che, pur avendo superato tutte le prove si colloca oltre i posti a bando.

La bozza del Decreto che avvierà il concorso 2020 e istituirà i concorsi ordinari annuali prevede

Il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui all’articolo 6, commi 2, 3 e 4, costituisce abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso nei casi in cui il candidato ne sia privo.

L’USR responsabile Ministero dell’Istruzione della procedura è competente all’attestazione della relativa abilitazione.

Spetta dunque all’USR la certificazione dell’avvenuto conseguimento dell’abilitazione, come fatto per es. da USR Lombardia per il concorso STEM.

Corso di preparazione al concorso ordinario – Edizione 2021/2022

A cosa serve l’abilitazione

L’abilitazione rimane anche se, ad esempio si rientra nel numero dei posti banditi, ma non si accetterà il posto quando sarà offerto.

La procedura del concorso è regionale ma l’abilitazione è valida su tutto il territorio nazionale.

L’abilitazione è utile per

  • l’inserimento in prima fascia delle graduatorie provinciali e di istituto GPS delle scuole statali
  • l’assunzione a tempo indeterminato nelle scuole paritarie
  • la partecipazione ad altri eventuali futuri concorsi, anche per altro grado di scuola

Perché è necessaria la graduatoria degli “idonei”

Questa è stata una delle richieste avanzate dai sindacati all’incontro, perché spesso la graduatoria dei vincitori coincide solo virtualmente con il numero dei posti a bando.

Può accadere infatti che

  • il docente rifiuti il ruolo
  • il docente accetti il ruolo da altra graduatoria

In questo caso i docenti “idonei” devono poter subentrare in graduatoria. Il loro inserimento infatti non toglie nulla ai vincitori, perché il principio è quello di assegnare a ruolo il numero di posti messi a bando.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia