Concorso ordinario secondaria: chi partecipa a più classi di concorso svolge un’unica prova preselettiva. Tutte le problematiche

Stampa

I Concorsi da concludere entro le nomine dell’anno scolastico 2021/22, sono quelli ordinari: infanzia e primaria per 12.863 posti e secondaria I e II grado per 33.000 posti. Il Ministero ha già fissato il calendario delle prove per il concorso straordinario per il ruolo (dal 22 ottobre al 16 novembre).

Le prove preselettive dei concorsi ordinari si svolgeranno subito dopo il termine della prova scritta del concorso straordinario.
Il Ministro Azzolina ha chiarito che entro fine anno partirà inoltre il concorso ordinario, per l’assunzione di altri 45000 docenti.
Coloro che parteciperanno per più classi di concorso: quante e quali prove dovranno svolgere.

Quesiti dei lettori: Concorso ordinario secondaria – partecipazione a più classi di concorso – quante prove

Sono iscritta al concorso ordinario per le classi di concorso AB24 e AB25. Vorrei sapere come si articolerà in pratica la prova per chi si presenta per più classi di concorso. Dovrò fare due volte tutte le prove? Cioè due preselettive, due prime prove scritte, due seconde prove scritte e due orali? O le prove comuni (preselettiva e seconda prova scritta) possono essere fatte solo una volta?

[AB25: I GRADO LINGUA STRANIERA (INGLESE); AB24: II GRADO LINGUA E CIVILTA’ STRANIERA (INGLESE)]

Premessa

Concorsi ordinari: preselettiva forse già a novembre 2020 – probabili tempistiche prove

Con un apposito comunicato il Ministero annuncia: “In particolare le prove preselettive degli altri due concorsi si svolgeranno subito dopo il termine della prova scritta del concorso straordinario”:

  • concorso ordinario infanzia e primaria. 12.863 posti a disposizione, 76mila le domande di partecipazione;
  • concorso ordinario secondaria di I e II grado, 33.000 posti per più di 400mila domande pervenute.

Si dovrà quindi stabilire per quali classi di concorso prevedere la prova preselettiva.

Quest’ultima si svolgerà infatti qualora a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, il numero dei candidati sarà superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250.

Se tutto andrà come preventivato la preselettiva, il cui esito è immediato, potrebbe svolgersi già a partire da metà novembre e proseguire fino a ridosso del Natale.

Resterebbero poi sei mesi di tempo per la prova scritta ed orale.

La timeline ha come obiettivo quello di arrivare alle assunzioni del 2021/22 con graduatorie per il ruolo piene di insegnanti, in modo da evitare il flop degli ultimi anni, e in particolare quello del 2020/21 con l’assegnazione di sole 19mila cattedre su più di 80mila vacanti.

Come si articola il concorso ordinario

Il concorso ordinario sarà formato da

  • eventuale prova preselettiva
  • due prove scritte
  • prova orale

Per i posti di sostegno

  • eventuale prova preselettiva
  • prova scritta
  • prova orale

I posti per classe di concorso e regione

Allegato 1 – Prospetto Ripartizione Posti ​​​​​​​

Concorso secondaria I e II gradoeventuale preselettiva – prima prova scritta e seconda prova scritta – prova orale – Le prove per i posti di sostegno –

Concorso ordinario secondaria I e II grado su posto comune: cosa prevede la prova preselettiva

Risposta al quesito

Il decreto afferma:
“Ciascun candidato può concorrere in una sola regione e per una sola classe di concorso, distintamente per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, nonché per le distinte e relative procedure sul sostegno. Il candidato concorre per più procedure concorsuali mediante la presentazione di un’unica istanza con l’indicazione delle procedure concorsuali cui intenda partecipare.”
quindi:
Si può partecipare per max quattro procedure:
  • una classe di concorso per la scuola secondaria di I grado
  • una classe di concorso per la scuola secondaria di II grado
  • sostegno per la scuola secondaria di I grado
  • sostegno per la scuola secondaria II grado

N.B. Per partecipare al concorso su posti di sostegno è necessario essere in possesso del relativo titolo di specializzazione.

Chi partecipa a più classi di concorso svolgerà un’unica prova preselettiva

L’articolo 7 del Bando 28-04-2020 recita:

” La prova preselettiva, comune alle diverse procedure concorsuali, è volta all’accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, di conoscenza della normativa scolastica, nonchè della conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue”.

Organizzazione difficoltosa

In piena emergenza Coronavirus, l’organizzazione della prova preselettiva è molto complessa. Se infatti per il concorso straordinario è stato possibile distribuire i candidati su un arco di tempo molto lungo, dal 22 ottobre al 16 novembre, garantendo le misure di sicurezza con pochi candidati per aula, la gestione della preselettiva dei concorsi ordinari comporta altre e più complesse problematiche.

La normativa prevede infatti il rilascio di una batteria di test almeno venti giorni prima della prova. Se la prova sarà scaglionata in più giornate, dovranno esserci più batterie di test equivalenti per difficoltà. Inoltre chi, come nel caso della nostra lettrice, ha richiesto di partecipare a due classi di concorso, deve poter svolgere la prova unica nella stessa giornata.

Problematiche che inevitabilmente fanno stare in ansia i candidati, dato che l’obiettivo è quello di riuscire ad essere in cattedra, con contratto a tempo indeterminato, già da settembre 2021.

Prove scritte e orali

In riferimento alle prove scritte e orali, invece, la nostra lettrice dovrà svolgere distinte prove. Quest’ultime infatti sono specifiche per classe di concorso.

Concorsi scuola, si parte dallo straordinario. Da metà novembre preselettiva per ordinario, nessuna data per procedura solo abilitante

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia