Concorso ordinario secondaria: tanti assenti alla prove. Per causa Covid si potrebbe andare alle suppletive

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario per la scuola secondaria, DD n. 499 del 21 aprile 2020 come modificato dal Decreto n. 23 del 5 gennaio 2022: è partito lo scorso 14 marzo un appuntamento importante per la scuola italiana.

Migliaia di insegnanti  o di candidati in possesso solo del titolo di accesso ( o comunque di abilitazione) si confronteranno con le prove che li porteranno all’assunzione a tempo indeterminato, a due anni dalla presentazione della domanda.

Un concorso bandito nel 2020 e che solo adesso si sblocca, con l’espletamento della prima prova. Il seguito, cioè prova orale e graduatorie dovrebbero risultare passaggi più semplici, in relazione all’emergenza sanitaria.

La prova scritta si svolgerà per alcune classi di concorso tra il 14 marzo e il 13 aprile. Seguiranno altri calendari per le classi di concorso mancanti 

Elenco delle sedi di esame 

Corso di preparazione al concorso

Quanti candidati parteciperanno

Si tratta di 430.585mila domande, da distribuire tra le numerose classi di concorso. Ma c’è anche da dire che tante classi di concorso hanno 1 0 2 posti a disposizione. Il 64% dei candidati è di sesso femminile, il 36% di sesso maschile.

I posti a bando erano 33.000, ai quali bisogna togliere i circa 6.000 posti già destinati alla procedura STEM svolta in estate con il DD n. 826 dell’11 giugno 2021.

N.B. I dati forniti dal Ministero sono la fotografia delle domande presentate entro il 31 luglio 2020. Si potrebbe ipotizzare che alcuni di quei candidati potrebbero non essere più interessati allo svolgimento del concorso, o perchè già assunti in ruolo tramite altri canali, o perchè hanno cambiato prospettiva lavorativa, o perchè non più convinti della regione scelta, o comunque per ragioni personali.

Va comunque detto che il superamento delle prove (anche senza rientrare nel numero dei posti a bando, e quindi senza ottenere il ruolo) per lo stesso grado di istruzione assicura l’abilitazione e un tesoretto di 12 punti da sfruttare nella graduatoria interna di istituto o per le operazioni di mobilità una volta assunti a tempo indeterminato.

Corso di preparazione al concorso ordinario secondaria posti comuni edizione 2022

Chi è assente rinuncia alla prova

Il Ministero ha stabilito il primo calendario delle prove e gli USR hanno pubblicato gli abbinamenti dei candidati alle aule.

E chi è assente?

Il Ministero scrive nel Decreto n. 23 del 5 gennaio 2022 “La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, ancorché dovuta a caso fortuito o a causa di forza maggiore, comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale”

Nessuna deroga dunque, neanche per provvedimenti di quarantena o isolamento legati all’emergenza sanitaria ancora in atto in Italia.

Una situazione che purtroppo non è nuova, che hanno ben conosciuto i candidati del concorso straordinario per il ruolo di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e le cui prove si sono svolte per alcune classi di concorso tra fine ottobre e i primi giorni di novembre 2020 e per altre classi di concorso a febbraio 2021 e anche i candidati del concorso ordinario infanzia e primaria con prova scritta svolta a dicembre 2021.

Alcuni candidati non hanno potuto partecipare “causa Covid” e si sono rivolti ai Tribunali, ottenendo la possibilità di una prova suppletiva.

Le prove suppletive del concorso straordinario si sono svolte a maggio e novembre 2021. Quelle del concorso infanzia e primaria non sono state ancora calendarizzate.

Hanno potuto partecipare solo i candidati in possesso di provvedimento giurisdizionale favorevole, in questo caso per motivi legati al Covid.

Pertanto non sono previste prove suppletive in automatico.

Corso di preparazione al concorso ordinario secondaria posti comuni edizione 2022

La consulenza

È possibile richiedere consulenza a [email protected]

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Concorso secondaria 

È possibile richiedere info sul forum di reciproco aiuto

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur