Concorso ordinario scuola, ok test a risposta multipla ma non con questa tipologia di domande! Lettera

WhatsApp
Telegram

inviata da Tommaso Bruno – Nei titoli di articoli che leggo si scrive che il test a crocette fa discutere. Non è vero, anzi va benissimo. Direi che quello che fa discutere è il tipo di domande che hanno inserito per questa prova scritta.

Troppe domande sul cefr, addirittura si pretendeva di ricordare a memoria le singole voci di competenza a quale categoria appartenessero, anzi a quale sottocategoria, visto che c’era specificata ad esempio B1.1 piuttosto che B1.2 ecc.

Quindi va benissimo il test al computer a risposta multipla ma il tipo di domande richieste, come ad esempio ricordarsi le applicazioni per la creazione di programmi digitali come “booktrailer”, “flipgrid” e altri (cose solo alla conoscenza di informatici e addetti a lavoro simili), credo sia stato penalizzante per molti.

Vorrei tanto che quanto scritto sia letto non tanto dal ministro (sarebbe magari irrealistico) ma almeno da coloro che hanno predisposto la prova e soprattutto da coloro che saranno delegati a predisporre quelle future. Si spera di avere presto un’altra possibilità e che quindi il ministero bandisca il più presto possibile un altro Concorso Ordinario.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur