Concorso ordinario, Sasso (Lega): “Non ci opponiamo, ma la soluzione più praticabile, ad oggi, è stabilizzare i precari”

WhatsApp
Telegram

Il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, su Facebook, torna sulla questione riguardante il concorso ordinario, bandito a fine aprile 2020, ma non ancora espletato.

“Sia chiaro che né la Lega né io ci opponiamo al concorso ordinario nella scuola, contrariamente a quello che il M5S vorrebbe far credere: fosse per me lo farei partire anche a giugno”, scrive Sasso.

“Se non è stato espletato fino ad oggi è solo perché in piena pandemia le autorità sanitarie non ne hanno consentito lo svolgimento. Oltre 400.000 aspiranti richiedono uno sforzo organizzativo gigantesco. Solo per poter formare le commissioni occorrerebbero mesi e, poiché servono insegnanti stabili a settembre, la soluzione più pratica ed opportuna è quella della stabilizzazione di chi è nelle nostre scuole da anni ed anni. Ma una cosa non esclude l’altra”, aggiunge.

“Mi auguro che tanti giovani neolaureati e chiunque altro possa al più presto concorrere per poter svolgere il lavoro più bello del mondo. Ma non cascate nel tranello di chi vorrebbe mettervi contro i vostri (spero) futuri colleghi, oggi precari (spero presto stabilizzati)”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO