Concorso ordinario infanzia e primaria, partecipano anche diplomati a indirizzo linguistico. Requisiti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Quali requisiti sono richiesti per partecipare al concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria? Si può partecipare con il diploma sperimentale ad indirizzo linguistico o solo con il diploma magistrale?

Rispondiamo ai sopra riportati quesiti, ricordando poi a che punto è l’iter che porterà alla pubblicazione del bando.

Concorso ordinario infanzia e primaria: requisiti d’accesso

Possono partecipare al concorso i candidati in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  1. diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo estero riconosciuto in Italia, conseguiti comunque entro l’a.s. 2001/02
  2. laurea in Scienze della Formazione o analogo titolo estero equipollente

Oltre alla laurea in SFP e al diploma magistrale conseguito entro il 2001/02, dunque, costituisce titolo d’accesso il diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguito sempre entro il predetto anno scolastico.

Per i posti di insegnamento sul sostegno è richiesta la specializzazione.

Concorso ordinario infanzia e primaria: bozza decreto analizzata dal CSPI

La bozza di decreto, che disciplinerà il concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, è stata già sottoposta al vaglio del CSPI che ha proposto di:

  • aumentare il punteggio previsto per l’abilitazione conseguita tramite la laurea in SFP: da 5 a 10 punti;
  • valutare il servizio svolto per almeno 180 giorni. Al momento, la tabella non prevede alcuna valutazione del servizio.

Tra le osservazioni avanzate:

  • la netta separazione tra le procedure per posto comune e di sostegno;
  • il rischio di una netta separazione tra i due profili (docente di posto comune e di sostegno),  che se attuata determinerebbe, tra le varie conseguenze, grossi problemi per la mobilità dei docenti tra i posti.

Si attende adesso il testo definitivo del decreto e poi il bando di concorso.

Bussetti: concorso sarà bandito presto

Il Ministro Bussetti, nei giorni scorsi, a colloquio con la redazione de Il Giorno, ha affermato che il concorso partirà a breve.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione