Concorso ordinario infanzia e primaria, CSPI: valutare servizio e 10 punti alla laurea in SFP

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il CSPI ha espresso il previsto parere relativo sulla bozza di decreto relativa al concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria.

Il Consiglio, oltre ad esprimere delle osservazioni in merito ai contenuti delle prove e alla netta separazione tra le procedure per posto comune e di sostegno, ha fornito dei suggerimenti in merito alla tabella di valutazione dei titoli.

Concorso ordinario infanzia e primaria: valutazione titoli

Tre le osservazioni avanzate dal CSPI, riguardo alla tabella di valutazione dei titoli, riportiamo le seguenti:

  • per una maggiore valorizzazione dell’abilitazione specifica conseguita attraverso la laurea prevista al punto A.1.2. (laurea in SFP) si propone di portare il punteggio indicato in tabella da 5 a 10;
  • al punto A.2. si evidenzia la completa mancanza di valutazione del titolo culturale di base che dovrebbe rispettare la differenziazione già prevista nella tabella A.1 per le voci A.1.1 e A.1.2;
  • si ritiene necessaria un riconoscimento, al momento assente, del servizio di almeno 180 giorni prestato nella scuola, in analogia con il concorso precedente del 2016;

Concorso ordinario infanzia e primaria: maggior punteggio alla laurea e valutazione servizio

Il CSPI, alla luce di quanto sopra riportato, propone di:

  • aumentare il punteggio previsto per l’abilitazione conseguita tramite la laurea in SFP: da 5 a 10 punti;
  • valutare il servizio svolto per almeno 180 giorni. Al momento, la tabella non prevede alcuna valutazione del servizio.

Concorso ordinario infanzia e primaria, [BOZZA DECRETO]. 10.183 posti, solo in alcune regioni

Il parere del CSPI

Versione stampabile
anief banner
soloformazione