Concorso ordinario infanzia e primaria, CSPI: a rischio mobilità sostegno/posto comune

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi abbiamo riferito sul parere espresso dal CSPI in merito al concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria.

Concorso infanzia e primaria, CSPI: rivedere contenuti e valutazione titoli

Concorso infanzia e primaria: netta separazione tra procedure posto comune e sostegno

Tra le osservazioni mosse quella relativa alla netta separazione tra le due procedure per posti comuni e posti di sostegno.

Il CSPI ha sottolineato che la stessa osservazione era stata avanzata in occasione del concorso del 2016. Così leggiamo nel parere:

Il Consiglio Superiore in premessa evidenzia che l’impianto concorsuale oggetto di parere sembra definire una separazione troppo marcata tra la procedura finalizzata all’accesso ai posti comuni e quella per i posti sul sostegno. […] Tale posizione era già stata espressa da questo consiglio nel parere reso nella adunanza del 27 gennaio 2016 sulle procedure concorsuali del medesimo anno. 

Concorso infanzia e primaria: rischio mobilità

La netta separazione tra le succitate procedure, secondo il CSPI, porterebbe con sé il rischio di una netta separazione tra i due profili (docente di posto comune e di sostegno),  che se attuata determinerebbe, tra le varie conseguenze, grossi problemi per la mobilità dei docenti tra i posti, al momento condizionata solo dall’aver assolto il vincolo di permanenza di cinque anni sul posto di sostegno.

Per il CSPI, dunque, potrebbero crearsi problemi nei trasferimenti da posto di sostegno a posto comune, probabilmente riferendosi a possibili candidati che superino il concorso per i posti di sostegno ma non per quelli comuni.

Il parere del CSPI

Concorso ordinario infanzia e primaria, [BOZZA DECRETO]. 10.183 posti, solo in alcune regioni

Versione stampabile
anief banner
soloformazione