Concorso ordinario: eliminata la preselettiva, aspiranti chiedono di poter modificare regione scelta a luglio 2020

Stampa

Concorsi ordinari: cresce l’attesa per l’avvio delle procedure indette con DD n. 498 del 21 aprile 2020 e DD n. 499 del 21 aprile 2020. Le domande sono state presentate entro il 31 luglio 2020 ma nel frattempo il Decreto Sostegni bis ha modificato la procedura e si attende la pubblicazione dei nuovi bandi in Gazzetta Ufficiale.

Un nostro lettore scrive

Avevo fatto la domanda per partecipare al concorso ordinario nel Maggio del 2020. Essendo prevista una preselettiva, che veniva superata da 3 volte il numero dei posti messi a concorso (es. se nella classe di concorso A49 Scienze Motorie, i posti nella regione erano 200, la preselettiva veniva superata dai primi 600 con il punteggio più alto alla preselettiva) avevo deciso di iscrivermi in Lombardia, nonostante viva nel Lazio in provincia di Roma. Essendo passato tanto tempo, e soprattutto non essendoci più la preselettiva, se dovessi farla ora la domanda la farei nel Lazio. Mi sembra incredibile che dopo un anno e mezzo non solo non abbiamo una data, ma sono anche cambiate le modalità concorsuali. Sarà prevista la possibilità di cambiare regione per cui concorrere?

Quali modifiche ha introdotto il Decreto Sostegni bis

E’ stata eliminata la prova preselettiva, prevista per quelle classi di concorso o posti di insegnamento in cui il numero dei partecipanti era superiore a 250 e a quattro volte il numero dei posti banditi, regione per regione.

Il concorso si strutturerà con

  • prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale
    partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

70/100 il punteggio per considerare superata la prova

  • prova orale;
    c) valutazione dei titoli;
    d) formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni di prova orale + prova scritta + titoli  nel limite dei posti messi a concorso

I concorsi si svolgeranno sia per posto comune che sostegno, come già stabilito.

Le nuove norme – specifica il Decreto Sostegni bis – saranno utilizzate anche per i concorsi già banditi nel 2020. Tuttavia i bandi saranno modificati con decreto del Ministero dell’istruzione senza che ciò comporti una riapertura dei termini di iscrizione.

Di conseguenza, riteniamo non sia neanche praticabile quanto richiesto dal nostro lettore, perchè ciò implicherebbe un nuovo rapporto tra posti a disposizione e numero di domande, nonchè dei tempi aggiuntivi per la presentazione della domanda.

Potranno invece essere rivisti i programmi. Sarà sempre il Ministero a nominare la commissione nazionale incaricata di redigere i quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta, i programmi delle prove, i requisiti dei componenti delle commissioni cui spetta la valutazione della prova scritta e della prova orale, i titoli valutabili e il relativo punteggio.

Saranno riaperte le iscrizioni solo per le classi di concorso delle discipline STEM.

Concorso ordinario: errori commessi nella presentazione della domanda, si viene esclusi dalla prova?

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur