Concorso ordinario docenti primaria, ricalcolo punteggio prova scritta per quesito errato. NOTA Ministero

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria di cui al DD n. 499 del 21 aprile 2020. La prova scritta per posto comune per la scuola primaria si è svolta lo scorso 21 dicembre e già da gennaio sono iniziate le prove orali. Seguirà la valutazione dei titoli e la pubblicazione delle graduatorie, utili per le immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2022/23.

Ricalcolati i punteggi. Avviso USR Lazio

L’USR Lazio ha pubblicato ieri un avviso , come anticipato.
“Si informano i candidati che hanno partecipato alla prova scritta del concorso ordinario a docente della scuola primaria che il punteggio attribuito alla prova è stato ricalcolato dal Ministero, poiché in un primo momento era stata considerata corretta una risposta errata, mentre era stata valutata errata quella giusta.
Ciascun candidato può consultare il nuovo punteggio accendendo con le proprie credenziali al sistema informativo del Ministero”
Ricordiamo che la prova è visualizzabile nella pagina personale di Istanze online raggiungibile dall’apposita funzione dal menù “Altri Servizi” selezionando la voce “Concorso ordinario D.D. 498/2020 – Vis. prove”.

Qual era la domanda contestata

Il Ministero chiarisce con una nota del 22 febbraio “Quesito errato procedura EEEE recante la seguente formulazione “assegnare maggiore tempo per svolgere un’attività ad un alunno con DSA o con BES può definirsi una misura”.
La presenza dell’errore – spiega il MI nella nota – è stata comunicata dal Presidente della Commissione Nazionale, con nota del 4 febbraio 2022 – trasmessa alla scrivente Direzione, con nota del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione n 222 del 15.02.2022 – che ha rilevato che la risposta corretta al quesito in oggetto è “misura dispensativa”, anziché “misura compensativa”, come erroneamente indicato in precedenza dalla Commissione.

Come viene ricalcolato il punteggio

A seguito di tale comunicazione il Ministero, spiega ancora la nota, ha avviato con il Gestore delle prove scritte le necessarie interlocuzioni per procedere al ricalcolo dei punteggi delle prove stesse, al fine di assegnare due punti aggiuntivi a coloro che hanno risposto correttamente alla domanda, selezionando come opzione di risposta la voce “misura dispensativa”, sottrarre due punti ai candidati che hanno scelto come risposta la voce “misura compensativa” e lasciare invariato il punteggio nel caso siano state scelte le restanti opzioni di risposta.
La rideterminazione del punteggio verrà comunicata a ciascun candidato tramite nota motivata che sarà resa disponibile ai candidati dal gestore del sistema informativo, nell’area riservata Istanze on line, sotto la voce “Altri Servizi – Concorso ordinario D.D. 498/2020 – Vis. prove”.
Nota_MI
I calendari delle prove orali pubblicati finora
Come si svolge la prova orale

La prova orale, sia per posto comune che sostegno, accerta la preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A

La prova valuta la padronanza delle discipline nell’ambito dell’unitarietà dell’insegnamento e dell’attività educativa, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

Per il posto di sostegno, la prova valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.

La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali.

La commissione interloquisce con il candidato anche con riferimento alla la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue nonché della specifica capacità didattica, che nel caso dei posti di sostegno contempla la didattica speciale.

La graduatoria di merito regionale

La commissione giudicatrice, a seguito degli esiti della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli, procede alla compilazione delle graduatorie di merito regionali distinte per insegnamento e tipologia di posto. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi (duecento max per prova scritta e orale, 50 max per i titoli).

12.863 i posti a disposizione, così distribuiti ALLEGATO 1

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur