Concorso ordinario 2020, graduatorie diventano ad esaurimento sia per infanzia primaria che secondaria. Dal 2024/25 però assunzioni in coda

WhatsApp
Telegram

Novità importanti per i concorsi ordinari banditi nel 2020 per infanzia e primaria con DD n. 498 e per la secondaria con DD n. 499. Le graduatorie finali, che già lo scorso anno erano state integrate con gli idonei cioè i docenti che hanno superato le prove ma si sono collocati oltre il numero dei posti a bando. si apprestano a diventare ad esaurimento.

Il provvedimento è infatti inserito nella BOZZA del Decreto PA BIS (cosiddetto Decreto Assunzioni) approvato ieri in Consiglio dei Ministri.

Dovremo attendere la pubblicazione del decreto in  Gazzetta Ufficiale per la conferma  ma il Ministero ha commentato il Decreto con queste parole “diamo risposte concrete a categorie ‘dimenticate’ dalla riforma del PNRR: in particolare agli idonei dei concorsi precedenti al PNRR e ai docenti che sono in attesa, da anni, di potersi abilitare in insegnamenti diversi

Cosa prevede il testo della BOZZA in entrata al Consiglio dei Ministri

Al comma 11, dell’articolo 47, del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, convertito con modificazioni dalla legge 29 giugno 2022, n. 79, sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: “e sono prorogate sino al loro esaurimento. A decorrere dall’anno scolastico 2024/2025, le graduatorie di cui al primo periodo sono utilizzate nei limiti delle facoltà assunzionali residuali rispetto alle immissioni in ruolo necessarie al raggiungimento dei target previsti dal PNRR. La disposizione di cui al primo periodo non si applica ai concorsi banditi successivamente alla data di entrata in vigore della presente disposizione.

Qualora la disposizione venisse confermata nella formulazione qui descritta si avrebbe

  • assunzione a tempo indeterminato assicurata sia per vincitori che idonei (graduatorie trasformate in GaE)
  • tempistica variabile per classe di concorso e regione. Dal 2024/25 infatti le assunzioni da concorso 2020 avverrebbero dopo le immissioni in ruolo dei nuovi concorsi PNRR, nei limiti dei posti autorizzati per il ruolo.

Considerazioni

Va innanzitutto precisato che per le assunzioni 2023/24 non ci sono limiti, dato che finora non sono stati svolti altri concorsi successivi.

Infatti il Ministero ha come obiettivo l’assunzione di 38 mila unità di posti comuni così suddivise:

  • 36 mila per scorrimento idonei dei concorsi posti comuni;
  • 2 mila dalle GAE.

Considerato che in molte regioni i concorsi precedenti (2016 solo vincitori e 2018) hanno graduatorie esaurite, questo sarà un anno ricco di assunzioni per le graduatorie del concorso 2020, almeno per la secondaria.

Per la distribuzione dei posti bisognerà attendere ancora qualche settimana.

Dal 2024/25 invece le graduatorie dei concorsi 2020 sarebbero utilizzate in coda alle assunzioni dei nuovi concorsi. Quanti concorsi potranno essere espletati e completati in tempo utile per le assunzioni 2024/25? Probabilmente non più del concorso straordinario il cui iter di avvio è previsto per l’estate.

L’iter del decreto PA BIS

Il testo dovrà adesso essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e poi inizierà l’iter parlamentare per la trasformazione in Legge.

WhatsApp
Telegram

“Apprendimento innovativo”, un nuovo ambiente che permette al docente di creare un’aula virtuale a partire da una biblioteca didattica di contenuti immersivi. Cosa significa?