Il concorso: i numeri che si conoscono. La III fascia: i numeri che non si conoscono…

di Lalla
ipsef

di Giorgio Mottola, Responsabile Nazionale Dipartimento Scuola FLI – Avevamo , in occasione dell’incontro col Ministro Profumo, sottolineato che il nuovo concorso per docenti non sarebbe stato né per giovani né per cosiddetti vecchi. I fatti ci hanno dato ragione. Se analizziamo i dati diffusi dal MIUR, infatti, l’età media dei candidati è molto vicina agli …anta.. (38,41) e si discosta di meno di un punto dall’età media degli ammessi alla fase successiva (37,5).

di Giorgio Mottola, Responsabile Nazionale Dipartimento Scuola FLI – Avevamo , in occasione dell’incontro col Ministro Profumo, sottolineato che il nuovo concorso per docenti non sarebbe stato né per giovani né per cosiddetti vecchi. I fatti ci hanno dato ragione. Se analizziamo i dati diffusi dal MIUR, infatti, l’età media dei candidati è molto vicina agli …anta.. (38,41) e si discosta di meno di un punto dall’età media degli ammessi alla fase successiva (37,5).

Nelle Marche i candidati ammessi risultano essere “giovani” trentacinquenni, mentre in Liguria di poco al di sotto dei quaranta, in buona compagni con Lazio, Campania, Toscana e Abruzzo dove la media si aggira sui 38 anni.

Altro dato significativo è il numero di candidati dove primeggia la Campania con i suoi 45928 aspiranti docenti ( 12.128 in meno di quelli che erano previsti), seguono Sicilia, Lombardia, Lazio, Puglia con un numero di candidati che si sono sottoposti ai test preliminari al di sopra della soglia dei 20.000.

Nel Molise ,di contro, il numero dei partecipanti è di poco al di sotto dei 1000.

Per quanto riguarda il numero di ammessi tra coloro che hanno partecipato le percentuali più alte si sono registrate in Toscana (44,3%), Piemonte (41,7%), Lombardia (41,3%), Liguria (il 40,3%). , Emilia Romagna (il 39,9 %)

Quelle con le percentuali più basse invece, la Calabria (20,8%), il Molise (21,3%), la Basilicata (22,5%).

QUESTI sono tutti i numeri del CONCORSO attivato con una velocità pari a quella della luce e inversamente proporzionale al tempo che sta caratterizzando l’attivazione del TFA speciale.

PECCATO! Perché forse solo in quella occasione avremmo potuto finalmente conoscere il numero dei docenti di terza fascia che, stante a quanto ha riferito il Ministro Giarda nel corso di un question time, è un dato ancora
del tutto sconosciuto…..

Versione stampabile
anief anief
soloformazione