Concorso non abilitati con 24 CFU, ITP partecipano con il solo diploma sino al 2024/2025. Dopo serve la laurea

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

La bozza di regolamento dei concorsi pubblico (per partecipare al quale si deve essere in possesso della laurea  e di 24 CFU nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche ) e quello riservato (ai docenti con 3 anni di servizio negli ultimi 8) è stato oggetto del parere del CSPI, come già riferito.

Concorso scuola docenti non abilitati, ANTEPRIMA bozza regolamento. 24 CFU o 3 anni servizio, requisiti e prove

L’articolo 4 del Regolamento indica i requisiti richiesti agli insegnanti ITP per partecipare al concorso pubblico, distinguendo (nei  commi 3 e 4) tra concorsi che si svolgeranno entro l’anno scolastico 2024/25 e concorsi che si svolgeranno successivamente a tale data.

Requisiti ITP concorsi entro il 2024/25

Il comma 3 del Regolamento prevede che costituisce requisito d’accesso ai concorsi banditi entro l’a.s. 2024/2025, relativamente ai posti di insegnante tecnico-pratico, il possesso dei titoli previsti nel DPR n. 16/2016, come modificato dal DM n. 259/2017.
E’ la tabella B, allegata al succitato DPR 19/2016, ad indicare i titoli che danno accesso alle classi di concorsoa posti di insegnante tecnico-pratico per la scuola secondaria di primo e secondo grado.
In definitiva, sino all’a.s. 2024/25, gli ITP partecipano ai concorsi con il solo titolo di studio, ossia con il solo diploma.

Requisiti ITP concorsi successivi al 2024/2025

Il comma 4 del Regolamento prevede che costituisce requisito d’accesso ai concorsi banditi entro l’a.s. 2024/2025, per i posti di insegnante tecnico-pratico, il possesso congiunto di:
a) laurea, oppure diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di I livello, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso;

b) 24 CFU/CFA acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra-curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

A partire dai concorsi banditi successivamente all’a.s. 2024/25, dunque, gli aspiranti ITP devono essere in possesso, oltre che dei 24 CFU, anche della laurea o del diploma accademico di I livello.

Sottolineiamo che, trattandosi di una bozza, potranno esserci delle modifiche.

La bozza di Regolamento

Versione stampabile
anief
soloformazione