Concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”, Miur pubblica i vincitori

WhatsApp
Telegram

Il Miur, con la nota n. 476 del 25/01/2018, ha comunicato in vincitori della XVI edizione del Concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah” a.s. 2017/2018, rivolto agli studenti del primo e del secondo ciclo di istruzione.

Oltre ai vincitori sono riportate le menzioni attribuite.

VINCITORI

SCUOLA PRIMARIA

NOME SCUOLA: Direzione didattica di Fidenza, Scuola Primaria “Collodi” – Fidenza (PR)

TITOLO: “La famiglia Vigevani, una scelta d’amore”

MOTIVAZIONE: “Partendo da un meticoloso percorso di orientamento la classe ha individuato una storia di soccorso e salvezza e l’ha ben rappresentata attraverso un video estremamente curato. La modalità scelta e la scrupolosità nella realizzazione hanno reso il lavoro originale e ricco di dettagli.”

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

NOME SCUOLA: I.C. “Agatino Malerba”, Scuola Secondaria di I grado “Agatino Malerba” – Catania

TITOLO: “Il vento della memoria”

MOTIVAZIONE: “La chat su whatsapp, scelta dagli studenti come modalità comunicativa, permette di fare emergere – con un linguaggio ormai consueto – le diverse reazioni rispetto al tema delle persecuzioni antiebraiche immaginando con intelligenza e immedesimazione un dialogo segreto di una giovane classe dell’epoca.”

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

NOME SCUOLA: Liceo Artistico Giovanni Paolo II – Maratea (PZ)

TITOLO DELL’OPERA: “Rompere il silenzio”

MOTIVAZIONE: “Gli studenti hanno interpretato la traccia con evidente passione attraverso un lavoro che unisce la riflessione sul passato alla consapevolezza delle vicende attuali. Le forme espressive dell’installazione e del video concorrono con efficacia al forte impatto emotivo dell’opera.”

MENZIONI

SCUOLA PRIMARIA

NOME SCUOLA: I.C. Avigliano Centro, Plesso S. Spaventa Filippi – Avigliano (PZ)

TITOLO: “Winton macht frei”

MOTIVAZIONE: “Le classi, attraverso un collage tridimensionale, hanno restituito la storia di Nicholas Winton, curando in particolare la rappresentazione dell’esito positivo di una storia di comune salvezza mantenendo l’individualità dei singoli bambini salvati”

NOME SCUOLA: I.C.S. Don Roberto Angeli, Scuola primaria – Livorno (LI)

TITOLO: “Una storia…Irena Sendlerowa”

MOTIVAZIONE: “Rapportata alla loro capacità di comprensione i bambini hanno realizzato con passione dei disegni che esprimono con gioia e semplicità una storia del mondo degli adulti”

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

NOME SCUOLA: I.C. “Druento” – Druento (TO)

TITOLO: “1938 P.O.P. U.P. Differenza (ovvero ‘1938 Prima o poi: una piccola differenza’)”

MOTIVAZIONE: “Gli allievi hanno realizzato, con estrema attenzione alla resa estetica e grafica, pregevoli disegni con la tecnica del rilievo che sottolineano lo spartiacque – determinato dall’anno 1938 – relativamente ad eventi rappresentativi della vita di una famiglia ebraica colpita dalle leggi razziali.”

NOME SCUOLA: I.C. “Don Lorenzo Milani” – Ariano Irpino (AV)

TITOLO OPERA: “Eventi, storie memorie per non dimenticare…”

MOTIVAZIONE: “Attraverso il diario immaginario di una ragazzina dell’epoca e testimonianze di sopravvissuti, si raccontano le vicende di quegli anni riportando alcuni articoli fondamentali delle leggi razziali e analizzandone le ripercussioni sulla vita quotidiana.”

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

NOME SCUOLA: I.S.I.S.S. “Tonino Guerra” – Novafeltria (RN)

TITOLO: “TheShoahEffect. L’Italia razziale e razzista”

MOTIVAZIONE: “Gli studenti hanno raccolto documenti, biografie, riflessioni, immagini fotografiche e ricerche sul territorio e hanno realizzato un sito web utile alla comprensione e alla divulgazione del tema. La tecnica di comunicazione e la grafica scelte ne rendono agevole la fruizione.”

NOME SCUOLA: I.S.I.S.S. “Betty Ambiveri” – Presezzo (BG)

TITOLO OPERA: “Ester”

MOTIVAZIONE: “La Graphic Novel, realizzata all’interno di un laboratorio creativo, racconta una storia coinvolgente con una tecnica espressiva originale ed un linguaggio diretto.”

nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur