Concorso Miur per docenti, Ata e Dirigenti per tre anni fuori ruolo. 35 i posti, di cosa si occuperanno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A breve sarà emanato il concorso già anticipato dal Miur nella circolare n. 15260 del 18/05/2018, recante “Comandi dei dirigenti scolastici e del personale docente anno scolastico 2018/19”

35 posti

Possono essere individuati n. 35 unità di personale scolastico di cui all’art. 13, comma 1, del decreto legislativo n. 64 del 13 aprile 2017, tramite procedura selettiva a cura del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, da utilizzare ai sensi del sopracitato comma del decreto legislativo n. 64 del 2017.

Di cosa si occuperanno

  • gestione, coordinamento e vigilanza del sistema della formazione italiana nel mondo;
  • selezione e destinazione all’estero del personale dirigente scolastico e docente e del personale amministrativo della scuola a tempo indeterminato;
  • tutte le altre attività di cui al decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 64

Durata dell’incarico

La durata dell’assegnazione mediante collocamento fuori ruolo è di tre anni scolastici (2018/19, 2019/2020 e 2020/2021) rinnovabili per un ulteriore triennio a seguito di verifica dei risultati raggiunti.

Requisiti di partecipazione

Essere Docente, Ata, Dirigente Scolastico che ha superato, con esito positivo, il periodo di prova

Titoli max 40 punti (da confermare nel bando)

a) attività di servizio prestata ai sensi dell’art. 626 del D.Lsg. n. 297 del 1994 (4 punti per ogni anno di servizio, fino ad un massimo di 28 punti);

b) certificazione linguistica o attestazione linguistica di istituzione accademica, secondo la normativa vigente, di livello B2 in una delle seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo e tedesco (16 punti per ciascuna lingua); in caso di possesso di certificazione o attestazione di livello superiore a B2 è riconosciuto un punteggio aggiuntivo di 4 punti per ciascuna lingua;
c) titolo di studio di livello universitario aggiuntivo rispetto a quello previsto per l’accesso al profilo professionale di appartenenza (4 punti per titolo);
d) dottorato di ricerca, conseguito in Italia o all’estero, in uno dei seguenti ambiti disciplinari: giuridico, economico-statistico, scienze dell’amministrazione, scienze politiche e sociali (6 punti per titolo);
e) titoli di specializzazione ovvero di perfezionamento conseguiti in corsi post-universitari in uno dei seguenti ambiti disciplinari: giuridico, economico-statistico, scienze dell’amministrazione, scienze politiche e sociali (4 punti per titolo).

Colloquio max 60 punti

Verterà su

  • conoscenze del candidato in merito al sistema delle scuole italiane all’estero e delle scuole europee
  • conoscenza del sistema scolastico nazionale
  • competenze nel settore amministrativo
  • idonee attitudini relazionali

Graduatoria di merito

Verrà predisposta una graduatoria di merito in base alla quale sono individuati i candidati che, in relazione ai compiti da svolgere, risultino in possesso della qualificazione richiesta.

Il bando sarà pubblicato probabilmente la prossima settimana, i tempi sono stringati, poiché l’assegnazione parte dall’a.s. 2018/19.

Comandi dirigenti scolastici e docenti, indicazioni Miur per l’anno scolastico 2018/19

DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 64  Disciplina della scuola italiana all’estero

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione