Concorso per l’estero, la Farnesina chiarisca

di Lalla
ipsef

red – Interrogazione parlamentare dell’On.Franco Narducci, deputato Pd, al ministro degli Esteri Giulio Terzi.

red – Interrogazione parlamentare dell’On.Franco Narducci, deputato Pd, al ministro degli Esteri Giulio Terzi.

“Secondo quanto appreso dalle notizie stampa sullo svolgimento delle prove gravano pesanti ombre di irregolarità e di illegittimità, in quanto troppe modalità sembrano non aver funzionato; per appena 280 posti disponibili si sono presentati oltre 25mila candidati senza alcuna opportuna preselezione.

Alcune domande delle prove d’esame sono risultate imprecise ed errate e il tempo a disposizione per rispondere ai quiz non è sembrato essere proporzionale al compito assegnato.

Le prove sui test avrebbero dovuto avere inizio alle ore 8, ma i questionari sono stati distribuiti con circa due ore di ritardo.

In seguito a tali ritardi è scattata la prima contestazione da parte di alcuni candidati, i quali hanno chiesto che fosse messa a verbale la ristrettezza di tempo concesso (45 minuti) per leggere i testi e rispondere a 40 test, da ricercare in un librone e riportare in un foglio a lettura ottica”.

Tra disfunzioni, ritardi, sospensioni e rinvii, proteste e presunte irregolarità il concorso si è svolto nella confusione generale, tanto da richiedere l’intervento delle forze dell’ordine”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione