Concorso ITP: candidato partecipa con la laurea ingegneria senza diploma richiesto di geometra, lo può fare. Sentenza

Stampa

Quando il bando di concorso preveda quale requisito di partecipazione il diploma di geometra, deve ritenersi dovuta l’ammissione di un candidato in possesso della laurea in architettura o ingegneria, poiché il possesso di un titolo superiore ed assorbente consente, in via generale, la partecipazione ai pubblici concorsi per i quali sia richiesto un titolo inferiore, dal momento che le materie di studio del primo comprendono, con un maggiore livello di approfondimento, quelle del secondo. Lo ha chiarito il TAR Lazio (III Sezione bis, Sentenza n. 11559 del 06.11.2020).

Il laureato escluso dalla graduatoria ITP

Un uomo ha impugnato gli atti relativi alla propria esclusione dalla graduatoria concorsuale per la classe di concorso C430 “Laboratorio tecnologico per l’edilizia ed esercitazioni di topografia” per mancanza di titolo di ammissione valido ai sensi della relativa normativa, poiché ritenuto “sprovvisto del titolo di accesso costituito dal Diploma di geometra e dal Diploma di perito industriale per l’edilizia”. Il ricorrente, infatti, risulta in possesso del Diploma di Laurea in ingegneria civile, ma non del Diploma di geometra o di perito industriale.

Il ricorso: la laurea in ingegneria ha carattere assorbente rispetto al diploma di geometra

L’uomo ha sostenuto, innanzi al Tar Lazio, che (comma 4, art. 2) per i posti di insegnante tecnico-pratico sono ammessi i candidati in possesso dei titoli di studio indicati nel D.M. n. 39/98 e che la norma del bando non richiedeva, in modo espresso, che i titoli di studio indicati dal D.M. n. 39/98 fossero stati gli unici titoli validi per l’ammissione al concorso. Per l’effetto, lo stesso ricorrente ha sostenuto che deve riconoscersi carattere assorbente della laurea in ingegneria rispetto al diploma di geometra.

Laurea in ingegneria: titolo superiore ed assorbente rispetto al diploma di geometra

Il collegio amministrativo ha condiviso la tesi dell’uomo, accogliendo il ricorso, quindi richiamando l’orientamento giurisprudenziale (tra le tante, Tar Calabria, Catanzaro, Sez. II, 7 febbraio 2014, n. 260) secondo il quale, nel caso in cui il bando di concorso preveda quale requisito di partecipazione ad un concorso il diploma di geometra, deve ritenersi dovuta l’ammissione di un candidato in possesso della laurea in architettura o ingegneria, in quanto il possesso di un titolo superiore ed assorbente consente in via generale la partecipazione ai pubblici concorsi per i quali sia richiesto un titolo inferiore, dal momento che le materie di studio del primo comprendono, con un maggiore livello di approfondimento, quelle del secondo.

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili