Concorso insegnanti religione cattolica, sindacati chiedono sola prova orale e aumento posti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“La bozza del Senatore Pittoni va migliorata”, così Fgu/Snadir, Flc cgil, Cisl scuola e Uil scuola Rui sull’avvio del concorso per assumere nuovi docenti di religione cattolica.

La bozza Pittoni

Oggi via abbiamo dato notizia della bozza per l’avvio del concorso riservato ai docenti di religione cattolica e della bozza Pittoni che contiene le prime indicazioni.

Il concorso sarà riservato ai docenti che hanno almeno 36 mesi di servizio dividere e saranno inseriti in una graduatoria di merito che dividerà il 50% dei posti disponibili con quanti hanno vinto nel 2004 ma non sono ancora stati assunti.

Aumento posti in ruolo

I sindacati ritengono innanzitutto che il testo debba assolutamente prevedere l’aumento della quota di organico da destinare al personale di ruolo dall’attuale 70% al 90%.

Concorso con sola prova orale

Inoltre, così come per i concorsi straordinari rivolti ai diplomati magistrale e Scienze formazione primaria, nonché ai docenti delle superiori in possesso di abilitazione, i sindacati chiedono che il concorso preveda  la sola prova orale non selettiva e che le graduatorie debbano valere fino a totale esaurimento.

Aumento posti per graduatoria nuovo concorso

Inoltre, fermo restando la necessità di esaurire le graduatorie dei vincitori del concorso 2004,  qualora la graduatoria del 2004 si esaurisse, bisognerà prevedere che i posti andrebbero assegnati totalmente alla graduatoria di merito del nuovo concorso.

Versione stampabile
anief
soloformazione