Concorso infanzia e primaria, commissioni: composizione e compensi. Domande sino al 21 dicembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gli aspiranti presidenti e commissari del concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in SFP, possono già presentare l’istanza.

Presentazione istanze

Le domande vanno presentate, come già riferito, dal 7 al 21 dicembre 2018.

Docenti e dirigenti scolastici presentano la domanda tramite Istanze online.

Gli aspiranti appartenenti ai ruoli dei professori universitari, anche in quiescenza, utilizzano invece la piattaforma Cineca.

Commissioni: composizione

Le commissioni sono composte da:

  • un presidente (professore universitario o da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico);
  • due docenti;
  • un segretario.

Se tra i componenti della commissione non via sia un laureato in lingue, si procede alla nomina di membri aggregati che svolgono le loro funzioni limitatamente all’accertamento delle competenze linguistiche.

Per il presidente e ciascun componente, inclusi i membri  aggregati, è prevista la nomina di un supplente.

Integrazione Commissione

Nel caso in cui il numero dei candidati sia superiore alle cinquecento unità, la commissione viene integrata, per ogni gruppo o frazione di cinquecento concorrenti, con altri tre componenti, oltre ai relativi membri aggregati e ai supplenti, individuati secondo le medesime modalità previste per la commissione principale.

Compensi

Il compenso di presidenti, componenti e segretari delle commissioni si suddivide in compenso base e integrativo, e non può superare i limiti massimi previsti dal decreto del 31/08/2016.

Compreso base

A ciascun componente le commissioni è corrisposto il seguente compenso base lordo dipendente:

  • presidente: € 502,00;
  • componente € 418,48.

Il compenso lordo dipendente previsto per i segretari delle commissioni è pari a € 371,84.

Compenso integrativo

Al compenso base, di cui sopra, si aggiunge, per ciascun componente, un compenso integrativo lordo dipendente pari ad  euro 1,00 per ciascun elaborato o candidato esaminato.

Limiti massimi

I compensi – base e integrativo – non possono superare i 4.103,40 euro. Tale limite massimo è incrementato del 20% per i presidenti e ridotto del 20% per i segretari.

Compensi sottocommissioni

Nel caso di suddivisione delle commissioni in sottocommissioni, ai componenti di queste ultime spetta il sopra riportato compenso-base ridotto del 50 per cento.

I compensi aggiuntivi per ciascun elaborato o candidato esaminato, anche per i componenti delle sottocommissioni, sono sempre rapportati per ogni componente e per il segretario delle singole sottocommissioni al numero dei candidati esaminati da ciascuna sottocommissione e non possono superare i compensi massimi detti all’inizio.

Versione stampabile
anief
soloformazione