Concorso infanzia e primaria, posti in quali regioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Quali sono le regioni in cui con più probabilità i partecipanti al concorso straordinario per infanzia e primaria potrebbero essere assunti a tempo indeterminato già da settembre 2019?

Non c’è una rilevazione ufficiale

Precisiamo che il Ministero non ha ancora pubblicato una rilevazione ufficiale dei posti liberi. Rilevazione che risulta complessa per vari motivi: il 2019 sarà l’anno dell’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento per cui potrebbero verificarsi uno spostamento significativo da parte dei docenti. Inoltre il discorso pensionamenti, in particolare quota 100, non è ancora definito.

Diplomati magistrale immessi in ruolo con riserva

Nel corso dell’anno scolastico, man mano che arriveranno le sentenze di merito, i contratti a tempo indeterminato saranno trasformati in supplenze al 30 giugno (vedi nota Miur)

Verosimilmente quei posti dovranno nuovamente essere disponibili per le nuove assunzioni a partire dall’a.s. 2019/20 (non è detto che il posto vada nuovamente alla stessa docente alla quale è stato revocato il ruolo).

I dati ufficiali sono quelli dell’a.s. 2017/18, quando sapevamo che il numero dei docenti immessi in ruolo da GaE era di 6.669. A questo bisogna aggiungere quello delle immissioni in ruolo a.s. 2018/19: secondo stime ufficiose sarebbe lievitato a 10.300.

Regioni con graduatorie esaurite (concorso o Gae)

Veneto Link

Le regole del concorso

Ciascun aspirante potrà partecipare per più procedure (infanzia, primaria, sostegno) ma solo in una regione. La regione scelta potrà essere diversa da quella in cui si è in GaE o in cui si risiede. Non sappiamo però quale sarà il vincolo di permanenza nella sede assegnata in ruolo prima di poter chiedere trasferimento (Concorso infanzia e primaria: graduatoria sarà regionale e ad esaurimento)

Versione stampabile
anief
soloformazione