Concorso infanzia e primaria: servizio nelle paritarie vale 5 punti per anno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Tra i requisiti richiesti per il concorso straordinario infanzia e primaria c’è quello di servizio, che deve essere stato prestato solo in scuole statali.

Servizio biennale solo nelle scuole statali

Ecco cosa prevede il bando come requisito di servizio per poter accedere al concorso:

b) diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002, purche’ i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, presso le istituzioni scolastiche statali almeno due annualita’ di servizio specifico rispettivamente sulla scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. Il servizio a tempo determinato e’ valutato ai sensi dell’art. 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124

Servizio nelle paritarie vale come titolo

Il bando però “recupera” il servizio prestato nelle paritarie come titolo attribuendogli 5 punti per anno.

Nella tabella di valutazione si legge:
Servizio di insegnamento prestato, su posto comune e di sostegno, nel solo grado per cui si procede alla valutazione, nelle scuole statali o paritarie e nelle istituzioni convittuali statali. Il servizio prestato nei percorsi di istruzione dei Paesi UE e’ valutato ove riconducibile alla specificita’ del posto. Il servizio a tempo determinato e’ valutato ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.

A tale servizio si attribuiscono 5 punti per anno scolastico.

Concorso infanzia e primaria, il bando. Domande dal 12 novembre su Istanze online

Versione stampabile
anief
soloformazione