Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso infanzia e primaria, chi non supera prova scritta può partecipare subito ad un nuovo concorso

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria, si svolgono in questi giorni – fino al 21 dicembre – le prove scritte del bando DD n. 498 del 21 aprile 2020 come modificato dal Decreto n. 2215 del 18 novembre 2021. E’ ancora presto per tirare le somme generali, ma il risultato individuale è immediato per cui chi ha già svolto la prova sa già se sarà convocato o meno per la prova orale.

Quando si svolgeranno le prove orali

In questo caso non c’è una data nazionale, ma essa sarà gestita a livello regionale dalle singole commissioni. E, verosimilmente, come accaduto per altre procedure, ci saranno commissioni più “veloci” nei tempi e commissioni che invece potrebbero avere problemi organizzativi e dunque richiedere più tempo. Tutte le info

Cosa fa chi non supera la prova scritta

Riceviamo da una nostra lettrice

nel caso non passassi la prova scritta per un anno non potrei più partecipare ad un concorso. Ma se uscisse un concorso straordinario sarei esclusa dal parteciparvi ?

L’affermazione “per un anno non potrei più partecipare ad un concorso” è sbagliata.

Va infatti precisato che il Decreto Sostegni bis presentava una forte limitazione nella sua prima stesura (quella del 25 maggio 2021) “I candidati che partecipano ad una procedura concorsuale e non superano le relative prove non possono presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove.”

Tale assurda e limitante disposizione (un concorso si può non superare per mille ragioni) è stata eliminata e non è confluita nel testo finale del Decreto Legge, che è possibile visionare qui con le modifiche apportate

Pertanto, il candidato che non supera la o le prove del concorso ordinario infanzia e primaria attualmente in corso, potrà partecipare al prossimo concorso.

Quali sono i prossimi concorsi

Il Ministero ha emanato il Decreto n. 325 del 5 novembre 2021, in cui si legge “I concorsi sono banditi con frequenza annuale, nelle regioni e per i ruoli nei quali si preveda un’effettiva vacanza e disponibilità di posti nell’organico dell’autonomia.”

Alla lettera questo significa che nel 2022 dovrebbe essere emanato un nuovo concorso ordinario per infanzia e primaria ma, tra il dire e il fare….

Occhi puntati invece sulle recenti affermazioni del Ministro Bianchi, che lasciano ben sperare “Dal 13 febbraio 2020, cioè da quando il governo è entrato in carica – ha spiegato – abbiamo da una parte riattivato il meccanismo dei concorsi, evitando qualsiasi sanatoria, e facendoli per 60.000 persone in ruolo, in modo da immettere nuove forze. Inoltre abbiamo fatto un bando per 40.000 persone che assumeremo entro la prossima primavera”

Concorsi docenti, Bianchi: bando per 40mila assunzioni entro primavera 2022. Si arriverà a 100 mila assunzioni in un anno senza sanatorie

Si tratta del nuovo concorso straordinario, previsto dal Decreto Sostegni bis, che avrebbe dovuto svolgersi con prova disciplinare entro dicembre 2021 e riservato ai docenti

  • non compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni da GPS/elenchi aggiuntivi 2021/22;
  • che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio nelle scuole statali (valutate come tali ai sensi dell’articolo 11/14 delle legge n. 124/99), anche non consecutive, negli ultimi cinque anni, di cui una specifica, ossia prestata nella classe di concorso per cui si partecipa.

Al momento non è dato sapere.

Riepilogo

Il docente che non supera la prova scritta o eventualmente la prova orale del concorso ordinario non subisce alcuna penalità, potrà partecipare ai successivi concorsi che il Ministero bandirà. Speriamo al più presto, per coprire sempre di più i posti a disposizione con personale assunto a tempo indeterminato.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana