Concorso Infanzia e Primaria, Bussetti: domani firmerò decreto. Chi può partecipare?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A darne conferma il Ministro dell’istruzione a margine della sua visita in veneto dove ha firmato un protocollo d’intesa per l’insegnamento della cultura veneta.

Domani firma decreto

“Domani firmerò il decreto per l’avvio delle procedure a concorso per i nuovi docenti”. Ha detto, Marco Bussetti

“Da subito – ha poi continuato – ripartiamo per il reclutamento e anche con altri concorsi per l’accesso al ruolo. E, per quanto riguarda i dirigenti scolastici, cercheremo di averli tutti in servizio dal primo settembre 2019”

Requisiti di partecipazione

Posti comuni. Diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 o con diploma sperimentale a indirizzo linguistico e laureati in Scienze della Formazione Primaria che abbiano svolto, presso le scuole statali, nel corso degli ultimi otto anni scolastici,  almeno due annualità di servizio specifico nella scuola dell’infanzia o primaria, anche non continuative, sia su posto comune che di sostegno. E’ valido anche il titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Posti sostegno. Docenti che, oltre ai requisiti richiesti per i posti comuni, siano in possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Prova orale non selettiva

La prova orale ha una durata massima di 45 minuti così suddivisi:

  • 30 minuti per la una lezione simulata, preceduta da un’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute;
  • 15 minuti per il colloquio con la commissione sui contenuti della lezione e sull’accertamento della lingua straniera.

La valutazione della prova avverrà sulla base di una griglia nazionale di valutazione (tutte le commissioni dunque avranno un’unica griglia).

La bozza del Decreto pubblicato in anteprima dalla nostra testata

Concorso infanzia e primaria: 12.000 posti a bando

Versione stampabile
anief
soloformazione