Concorso Infanzia e Primaria: Anief ricorre per laureati in SFP senza i due anni di servizio

di redazione

item-thumbnail

comunicato Anief – Il bando, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, tra i requisiti per la partecipazione al concorso ascrive due anni di servizio presso la scuola statale.

Tale elemento estromette una buona parte di abilitati che si vede sfumare la possibilità di accedere a un canale straordinario. Anief ha attivato il ricorso per ammettere al concorso coloro che sono in possesso della laurea in Scienze della Formazione Primaria, con un solo anno (o nessuno) di servizio in scuola statale.

Come sappiamo, il ricorso si espleterà con una sola prova d’esame orale e non selettiva: la stessa avrà una durata massima di 45 minuti, con 30 minuti di simulazione di lezione, accompagnata da una introduzione sulle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e 15 minuti di colloquio, da basare sui contenuti della lezione e sulla conoscenza della lingua straniera. Tale prova porterà alla stesura di graduatorie che introdurranno alle immissioni in ruolo. Per partecipare al concorso bisogna fare domanda on line tramite il sistema ministeriale ‘Polis’ – Istanze On Line – dalle ore 9.00 del 12 novembre alle 23.59 del 12 dicembre.

Il ricorso, al Tar Lazio, vuole l’ammissione al concorso riservato per la scuola Primaria e Infanzia dei laureati in Scienze della Formazione Primaria senza il requisito dei due anni di servizio; inoltre, sarà richiesto al Tar il riconoscimento della durata legale del corso di laurea come servizio utile ai fini dell’ammissione al concorso.

Clicca qui per aderire al ricorso e invia il modello cartaceo predisposto dall’Ufficio Legale Anief per l’effettivo avvio del ricorso; c’è tempo fino al 12 dicembre, termine ultimo fissato dal bando per la proposizione della domanda di partecipazione.

CLICCA QUI PER ADERIRE AL RICORSO

Versione stampabile
Argomenti: