Concorso. Gli idonei oltre il 10% non possono avere gli stessi diritti dei vincitori. Lettera

Stampa

Anch’io vincitore di questo concorso scuola resto esterrefatto nel leggere che gli idonei urlano e sbraitano contro il ministero, contro chicchessia, di aver diritto al posto.

Va bene che l’Italia è una repubblica fondata sulla sordità, e che piu’ che parlare di interconnessione come fa  il  caro Presidente Mattarella io parlerei di sordità condivisa o di social sordita’ in cui ognuno parla una lingua diversa come in una nuova Babele e nessuno sa ascoltare l’altro, ma credo, ciononostante,  che gli idonei non risiedano su Marte o peggio su qualche galassia sperduta ( puo’ essere mi sbagli) e, pur riconoscendo che certo, si puo rimare male di questa situazione, aver superato un concorso e non aver diritto a nulla, avranno sentito le recenti notizie, tutt’al piu’ letto , notizie che parlano di VINCITORI  senza ruolo, vincitori senza posto.

Addirittura leggo di idonei oltre il 10 per cento, che chiedono a gran voce il ruolo. premessa la delusione nel non avercela fatta, che ci puo’ stare (anche io non ce la feci nel concorso 2012), non capisco perche voler avere gli stessi diritti dei vincitori se si è perduto:.. mi spiego meglio; se partecipo ai mondiali di calcio e faccio secondo la coppa a me non possono darla.. e figuriamoci se la coppa non ci sta nemmeno per la squadra che ha vinto! Suvvia colleghi siamo docenti, leggete informatevi è un nostro dovere farlo!

Alessandro Pareglia

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese