Concorso “Europa e giovani 2019”: invito agli studenti di qualsiasi ordine e grado a riflettere sul tema dell’Unione Europea

di redazione

item-thumbnail

L’Unione Europea è un’organizzazione politica ed economica sovranazionale i cui principi sorgono sulle ceneri del secondo conflitto mondiale.

La sua nascita risale al 1957, ma l’attuale conformazione si basa sul trattato stipulato a Maastricht nel 1992, poi aggiornato con il trattato di Lisbona del 2002 che, oltre all’unione geografica, ha come noto ufficializzato anche quella economica con la moneta unica.

Al netto delle molte polemiche intorno a questa bella e complessa istituzione, e delle odierne spinte sovraniste che da più parti rischiano di minarne i fondamenti, resta cruciale salvaguardare, soprattutto nei luoghi dell’istruzione, lo spirito costituzionale che ne ha animato la formazione, orientato alla cooperazione fra popoli che fino a qualche decennio fa combattevano in nome delle singole nazioni.

A questo scopo vengono periodicamente indetti concorsi scolastici volti a stimolare nei giovani studenti riflessioni circa questo importante e attualissimo tema. Vi avevamo già parlato del concorso Conoscere i Trattati: per un’Europa più forte e più equa, indetto dal MIUR in collaborazione con il Dipartimento per le politiche europee, pensato per le classi delle scuole secondarie di II grado (la cui scadenza per la partecipazione è fissata al 1° marzo 2019).

Oggi vogliamo invece proporvi un altro interessante concorso dal titolo Europa e giovani 2019, indetto dall’IRSE, Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia, e destinato agli studenti degli Istituti scolastici e universitari italiani di qualsiasi ordine e grado. Più precisamente:

  • Studenti della scuola primaria
  • Studenti della scuola secondaria di I e II grado
  • Studenti universitari e neolaureati (purché under 27)

Con modalità che variano per fascia di età e livello di scuola frequentato, si invitano i giovani a riflettere sul valore dell’Unione Europea nei suoi aspetti economici e sui rapporti fra le nazioni tra uguaglianze e diversità, prendendo le mosse da alcuni specifici spunti offerti dal concorso.

Ai candidati che presenteranno i lavori più meritevoli, in ogni categoria di concorso, verranno assegnati premi da 400, 300, 200 e 100 euro. Per gli studenti universitari e gli studenti delle scuole secondarie di II grado i premi verranno riconosciuti singolarmente, mentre per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di I grado si considereranno esclusivamente lavori di gruppo (clicca qui per ulteriori informazioni e dettagli sul concorso).

Versione stampabile
Argomenti: