Concorso educazione motoria scuola primaria, come si forma la graduatoria di merito. Tutte le info

WhatsApp
Telegram

Pubblicato il bando del concorso di educazione motoria per la scuola primaria. I posti banditi sono 1.740 così come individuato dal decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, n. 74 del 28 aprile 2023. La presentazione delle domande potrà avvenire dall’8 agosto al 6 settembre (ore  23:59).

 

Graduatoria di merito

Il bando fornisce ovviamente istruzioni anche sulla graduatoria di merito che si formerà al termine delle fasi delle prove e valutazione delle stesse.

Pertanto, la commissione giudicatrice, a seguito degli esiti della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli, procede alla compilazione della graduatoria di merito regionale. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi.

Da sottolineare come per le procedure per le quali, in ragione dell’esiguo numero dei posti conferibili, è disposta l’aggregazione interregionale, sono approvate graduatorie distinte per ciascuna regione.

Ciascuna graduatoria inoltre comprende un numero di candidati non superiore al contingente assegnato, come determinato dal bando. A parità di punteggio complessivo si applicano le preferenze di cui all’articolo 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487.

La graduatoria di merito è approvata con decreto dal dirigente preposto all’USR responsabile della procedura concorsuale, è trasmessa al sistema informativo del Ministero ed è pubblicata nell’albo e sul sito internet dell’USR. La graduatoria ha validità annuale e in ogni caso perde efficacia con l’approvazione della graduatoria riferita al successivo concorso.

Allo scorrimento delle graduatorie di merito regionali si applica la procedura autorizzatoria di cui all’articolo 39 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni.

Le immissioni in ruolo dei vincitori sono effettuate nel limite previsto dal bando di concorso per la specifica regione.

La rinuncia al ruolo, dalla graduatoria di merito regionale comporta esclusivamente la decadenza dalla graduatoria relativa.

Infine il bando rammenta che il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi, costituisce abilitazione all’insegnamento nei casi in cui il candidato ne sia privo. L’USR responsabile della procedura è competente all’attestazione della relativa abilitazione.

TESTO [PDF]

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA