Concorso educazione motoria primaria, per accedere alla riserva del 30% dei posti bisogna avere tre anni di servizio. Tutte le info

WhatsApp
Telegram

Quali servizi sono validi per fruire della riserva di posti nell’ambito del concorso per l’accesso al ruolo di insegnante di educazione motoria nella scuola primaria?

Presentazione domanda

Gli aspiranti in possesso dei previsti requisiti presentano domanda di partecipazione al concorso in questione dall’8 agosto ore 9.00 al 6 settembre ore 23.59 e, come indicato nel bando, la presentano unicamente in modalità telematica. Approfondisci

Abbiamo già illustrato come compilare l’intera domanda nella nostra guida per immagini “Concorso educazione motoria scuola primaria, compilazione domanda entro il 6 settembre. GUIDA PER IMMAGINI“.

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria: i posti, le prove e il corso di preparazione: con simulatore

Riserva posti

Così leggiamo nell’articolo 11, comma 9, del DM 80/2022, disciplinante la procedura:

I bandi prevedono una riserva di posti, pari al 30 per cento per ciascuna regione, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, qualora il candidato abbia maturato un servizio di almeno un anno scolastico nell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, di cui all’articolo 1, commi 329 e seguenti, della Legge. 

Disposizione ripresa appunto nel bando di concorso:

Per le procedure il cui numero di posti messi a bando sia pari o superiore a 4, è prevista una riserva dei posti pari al 30%, in favore di coloro che, entro il termine di presentazione delle istanze, abbiano maturato tre anni di servizio presso le istituzioni scolastiche statali nei precedenti 10 anni, di cui almeno uno nell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria.

Dunque, sarà prevista una riserva di posti, pari al 30% di quelli banditi per ciascuna regione, a favore dei candidati che, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso:

  • abbiano svolto presso le scuole statali, almeno 3 anni scolastici di servizio, anche non continuativi, negli ultimi 10, qualora abbiano maturato un servizio di almeno un anno scolastico nell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria.

Gli anni di servizio in questione vanno computati in base a quanto disposto dall’articolo 11/14 della legge n. 124/99, secondo cui per annualità di servizio bisogna intendere il servizio prestato per almeno 180 giorni o il servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio sino al termine delle operazioni di scrutinio o al termine delle attività educative per la scuola dell’infanzia (in quest’ultimo caso ha chiarito il Miur con nota n. 7526 del 24 luglio 2014). Di conseguenza, per calcolare il servizio prestato e verificare se si è in possesso delle tre richieste annualità, gli interessati devono accertarsi di aver svolto, per ciascuno dei tre anni scolastici considerati (non per forza consecutivi), 180 giorni di servizio anche non continuativo o un servizio ininterrotto dal 1° febbraio alle operazioni di scrutinio. Come sappiamo, non è possibile sommare servizi appartenenti ad anni scolastici differenti, per cui i 180 giorni vanno riferiti ad un solo anno scolastico.

Anno specifico anche nella paritaria

Il MIM, nella guida dedicata alla compilazione dell’istanza, ha fornito ulteriori indicazioni in merito all’anno di servizio specifico sull’insegnamento di educazione motoria nella scuola primaria, che può essere stato svolto nel solo 2022/23 (considerato che l’insegnamento è stato introdotto proprio in tale anno nella classi V della primaria) e anche nella scuola paritaria.

D’altra parte da una lettura attenta della disposizione contenuta nel DM 80/2023 è chiaro che i tre anni devono essere stati svolti nella scuola statale e un anno nell’insegnamento di educazione motoria nella scuola primaria. Laddove si parla del servizio maturato in tale insegnamento, inoltre, nel DM citato non si specifica né scuola statale né scuola paritaria:

I bandi prevedono una riserva di posti, pari al 30 per cento per ciascuna regione, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, qualora il candidato abbia maturato un servizio di almeno un anno scolastico nell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, di cui all’articolo 1, commi 329 e seguenti, della Legge. 

Pertanto, l’anno di servizio specifico sull’insegnamento di educazione motoria nella scuola primaria a.s. 2022/23 può essere stato svolto sia nella scuola statale che in quella paritaria.

Conseguentemente a quanto detto sopra, al fine di beneficiare della riserva di posti è necessario:

  • aver svolto 3 anni di servizio nella scuola statale;
  • se nei tre anni suddetti rientra  il 2022/23 svolto, in una scuola statale, sull’insegnamento di educazione motoria, sono sufficienti solo tre anni;
  • se, invece, nel 2022/23 l’aspirante ha svolto il servizio nella scuola paritaria sull’insegnamento di educazione motoria, gli anni per beneficiare della riserva dei posti sono 4: 3 nella scuola statale + quello specifico nella paritaria.

Quanto ai tre anni di servizio nella scuola statale, nella succitata guida si precisa che gli stessi possono essere computati a partire dal 2013/14. Questo perché si considerano tre anni scolastici negli ultimi dieci.

Per tutte le info relative al caricamento dei servizi leggi “Concorso educazione motoria primaria, quali servizi caricare nella domanda: date prestazione e tipologia. GUIDA PER IMMAGINI”

Guida MIM

REGOLAMENTO Allegato A Programma Allegato B titoli

DPCM autorizzazione concorso

BANDO

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri