Concorso educazione motoria, diplomati Isef fuori. Lega e FdI rispondono a M5S: “Requisiti chiari, diploma equivale a laurea triennale”

WhatsApp
Telegram

“Da M5s solo critiche strumentali. Il concorso per i docenti di educazione motoria della scuola primaria è stato introdotto con una legge del 2021”. Così in una nota la deputata della Lega e componente della commissione Cultura e Istruzione Giovanna Miele, in replica ad una nota del M5s secondo cui il ministro Giuseppe Valditara avrebbe “deliberatamente escluso i diplomati Isef” dalla possibilità di partecipare al concorso.

“I requisiti di partecipazione erano chiari sin da allora – aggiunge – laureati magistrali nelle classi LM47 e LM67 o titoli di studio equiparati, ovvero lauree specialistiche del vecchio ordinamento, come da decreto Miur del 2009. Il diploma Isef, invece, è stato equiparato a una laurea triennale con legge del 2002. I diplomati Isef potevano completare il proprio percorso di formazione, acquisendo i crediti necessari al completamento del ciclo magistrale. Ora – conclude la deputata della Lega – che il Movimento 5 stelle faccia polemica non stupisce. Che riesca a farlo non considerando queste evidenze, invece, lascia basiti poiché dimostra quanto non siano consapevoli delle richieste di un concorso previsto anni fa, ma che solo questo governo e il ministro Valditara sono riusciti a tradurre in realtà”. 

“Ancora una volta mi trovo costretto a smentite il castello di bugie che sulla scuola il M5S non smette di costruire. Questa volta è il Concorso per assumere 1740 Docenti di Educazione Motoria nella Scuola Primaria l’oggetto delle accuse dei pentastellati. Accuse infondate perché non è il Ministro Valditara a voler escludere dalla partecipazione al Concorso i docenti in possesso del Diploma Isef”. Lo dichiara Gimmi Cangiano componente della Commissione Istruzione alla Camera.

“I requisiti per partecipare a questo concorso erano già stati definiti nel 2021, ed includevano solo i Laureati Magistrali LM47 ed LM67 e i titoli equipollenti riconducibili ai titoli universitari vecchio ordinamento. Il Diploma Isef purtroppo è equiparato ad una laurea triennale, non bastevole per soddisfare i requisiti richiesti. Ed indovinate chi c’era al Governo nel 2021? Gli stessi che oggi si scagliano contro provvedimenti di cui sono pienamente responsabili. Un cortocircuito politico, tanto incredibile quanto drammatico. È il caso che il M5S faccia un attimo di chiarezza. La smetta di strumentalizzare questioni inesistenti ed inizi a riconoscere i meriti di un Governo e di un Ministro che sul comparto Scuola stanno dando risposte concrete, investendo risorse ed energie”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00