Concorso educazione motoria alla primaria, come si presenteranno le domande e cosa conterrà il bando

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione ha già sottoposto al vaglio del CSPI il decreto che disciplinerà i concorsi per l’accesso ai ruoli relativi all’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, per cui se ne attende adesso la pubblicazione ufficiale. Cosa conterrà il bando di concorso e come si presenterà l’istanza.

Concorso educazione motoria alla primaria, via libera del CSPI, ma arriva la bacchettata: “Non rispetta impianto formativo e didattico”

Insegnamento Ed. motoria alla primaria

L’introduzione dell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria è previsto dalla legge n. 234/2021, a decorrere dall’a.s. 2022/23 per le classi quinte e dall’a.s. 2023/24 per la classi quarte.

Il numero di posti relativi al nuovo insegnamento sarà definito con apposito decreto ministeriale che, a tal fine, rimodulerà il fabbisogno di organico riguardante tutti i gradi di istruzione.

Per accedere ai posti del suddetto insegnamento, gli aspiranti dovranno partecipare al previsto concorso abilitante. In prima applicazione, la legge n. 234/2021 prevede che la copertura dei posti avvenga con concorso per titoli ed esami abilitante, da bandire negli anni 2022 e 2023.

Qualora le graduatorie del concorso non siano pronte per l’assunzione in ruolo dei docenti, i posti in organico possono essere coperti con personale supplente delle GPS, classi di concorso A-48 e A-49.

Domande di partecipazione

Gli aspiranti possono presentare domanda di partecipazione al concorso per una sola regione, a pena di esclusione dalla procedura.

Le domande vanno presentate esclusivamente tramite le apposite funzioni rese disponibili nel sistema informativo del Ministero.

Il termine per la presentazione delle istanze è di 20 giorni a partire dalla data iniziale indicata nel bando. Qualora il predetto termine cada in un giorno festivo, lo stesso è prorogato al primo giorno non festivo successivo.

I partecipanti al concorso sono tenuti al pagamento di un contributo di segreteria, secondo le modalità indicate nel bando di concorso.

Bandi di concorso

I bandi di concorso disciplinano:

  • i requisiti generali di ammissione al concorso;
  • l’ammontare del contributo di segreteria;
  • il termine, il contenuto e le modalità di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso;
  • il contingente dei posti, distinti per regione;
  • l’organizzazione delle prove d’esame;
  • le modalità di informazione ai candidati ammessi alla procedura concorsuale;
  • i documenti richiesti per l’assunzione;
  • l’informativa sul trattamento dei dati personali.

I bandi, inoltre:

  • possono prevedere l’aggregazione territoriale delle procedure concorsuali, in caso di esiguo numero di partecipanti;
  • prevedono una riserva di posti, pari al 30 per cento per ciascuna regione, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso, un servizio presso le scuole statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti, qualora il candidato abbia maturato un servizio di almeno un anno scolastico nell’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, di cui all’articolo 1, commi 329 e ss., della legge n. 234/2021 (le annualità di servizio si valutano ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge, n. 124/99).

Per l’articolazione del concorso, i requisiti di ammissione e le prove clicca qui

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato