Concorso durante vacanze di Carnevale, si potranno precettare i docenti per la sorveglianza?

di Lalla
ipsef

red – Per garantire il corretto svolgimento delle prove scritte del concorso a cattedra nei giorni di 11, 12 e 13 febbraio potrebbe essere necessario precettare i docenti per garantire la sorveglianza in quelle regioni in cui le prove coincidono con la sospensione delle lezioni per il Carnevale. A sollevare il problema il Piemonte.

red – Per garantire il corretto svolgimento delle prove scritte del concorso a cattedra nei giorni di 11, 12 e 13 febbraio potrebbe essere necessario precettare i docenti per garantire la sorveglianza in quelle regioni in cui le prove coincidono con la sospensione delle lezioni per il Carnevale. A sollevare il problema il Piemonte.

Ne avevamo già accennato nell’articolo Concorso a cattedra: permesso o ferie per lo svolgimento della prova scritta? , mettendo in evidenza come il periodo di sospensione delle lezioni non può che andare a vantaggio dei candidati che non dovranno interrompere l’attività didattica e il contratto.

Ma esiste anche un’altra faccia della medaglia, ossia la necessità di avere personale docente disposto ad operare la vigilanza durante lo svolgimento della prova scritta, come già accaduto durante la prova preselettiva del 17 e 18 dicembre 2012.

Ma trattandosi di giorni di sospensione decisi dalle singole regioni – Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Sardegna e Trentino le regioni coinvolte, vedi Calendario regionale – vi può essere un ordine di servizio che precetti i docenti a svolgere tale mansione?

Il problema è già stato posto dal direttore dell’USr Piemonte – vedi articolo sulla Stampa – che ha chiesto a Roma un rinvio delle prove. Rifiuto categorico: le prove devono essere concluse prima delle elezioni. Dunque il rischio precettazione potrebbe esserci. "le norme lo prevedono" – afferma la dott.ssa Costanza, che dirige l’USR piemontese.

Tommaso De Luca, presidente dell’ASAPI, associazione delle scuole autonome del Piemonte "I docenti sarebbero a disposizione anche a Natale, ma tutti sanno che è una faccenda complicata far rientrare qualcuno. […]Forse si dovrebbe ipotizzare un incentivo. Ma se penso che per le spese della preselezione sono arrivati mille euro per tutte le scuole della città..."

Una presa di posizione netta si era già avuta da parte dei Cobas in occasione della prova preselettiva

I Cobas diffidano i Dirigenti Scolastici dall’obbligare i docenti alla vigilanza durante la prova preselettiva del concorso docenti

Adesso la situazione rischia di essere più infuocata.

A ciò si aggiungono i disagi che in particolar modo nella città di Venezia i docenti potrebbero incontrare per raggiungere le sedi di svolgimento della prova.

Prova scritta del concorso a cattedra coincide con festa di Carnevale a Venezia

Il diario completo delle prove

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare