Concorso Dsga, basta la laurea: giurisprudenza, economia, scienze politiche vecchio e nuovo ordinamento. TABELLE bozza

Stampa

In arrivo il decreto ministeriale che regolerà il nuovo concorso Dsga. E’ arrivato infatti anche il parere del Cspi sull’imminente procedura concorsuale. Per ora è disponibile una bozza di decreto e, ricordando che trattandosi di una bozza il tutto può essere suscettibile di modifiche, ecco le tabelle con i titoli di diploma di laurea di vecchio ordinamento, laurea specialistica e laurea magistrale che costituiscono titolo di accesso alla procedura concorsuale per il profilo professionale di Dsga.

Tabella titoli allegato A alla bozza

La bozza esplicita che i titoli di studio dell’allegato A sono aggiornati, con decreto del Ministro, a seguito di eventuali innovazioni negli ordinamenti universitari.

Chi può partecipare al concorso

Sono ammessi a partecipare coloro che sono in possesso della cittadinanza italiana, o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,

Come titolo di accesso è necessario possedere i diplomi di laurea, delle lauree specialistiche e delle lauree magistrali riportati all’allegato A, ovvero di analoghi titoli conseguiti all’estero considerati equipollenti o equivalenti ai sensi della normativa vigente.

Concorso DSGA, ecco la bozza di decreto: chi può partecipare, in cosa consisteranno le prove. SCARICA PDF

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur