Concorso Dsga, punteggi delle prove e valutazione titoli. BOZZA DECRETO

Stampa

Come abbiamo già anticipato, a breve sarà pubblicato il decreto ministeriale che regolerà il nuovo concorso Dsga. E’ arrivato infatti anche il parere del Cspi sull’imminente procedura concorsuale. Ecco cosa c’è da sapere a proposito dei punteggi ottenuti alle prove e la valutazione titoli, ricordando che, trattandosi di una bozza, il tutto può essere suscettibile di modifiche.

Per prima cosa ricordiamo che le commissioni giudicatrici, complessivamente, dispongono di centocinquanta (150) punti, di cui sessanta (60) per la prova scritta, sessanta (60) per la prova orale e trenta (30) per i titoli.

Per quanto concerne la prova scritta, a questa è dunque assegnato un punteggio massimo di 60 punti.
A ciascuno dei 60 quesiti a risposta multipla è attribuito un punteggio pari a 1 punto, per ogni risposta esatta, e 0 punti per ogni risposta non data o errata.

Accedono alla prova orale i candidati che abbiano conseguito un punteggio di almeno 42/60.

La commissione potrà assegnare alla prova orale un punteggio massimo complessivo di 60 punti. La prova viene superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 42 punti.

I candidati che superano la prova orale accedono alla valutazione dei titoli.

La commissione giudicatrice assegna ai titoli culturali e professionali di cui all’allegato C che sarà pubblicato insieme al decreto, un punteggio massimo complessivo di 30 punti.

Il punteggio finale è dato dalla somma del voto conseguito nella prova scritta, della votazione conseguita nella prova orale e del punteggio attribuito nella valutazione dei titoli.

SCARICA LA BOZZA DEL DECRETO

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata