Concorso DSGA, entro ottobre e facilitazioni per chi ha già avuto incarichi. Pubblichiamo l’emendamento Puglisi (PD) al decreto vaccini

Stampa

Nei giorni scorsi, abbiamo riferito sulla presentazione di un emendamento al decreto sull’obbligatorietà dei vaccini che consentirebbe di bandire un concorso per DSGA al fine di far fronte ai nuovi adempimenti introdotti con il predetto decreto. 

DSGA, possibile concorso a settembre 2017

Secondo l’emendamento  possono partecipare al concorso tutti coloro i quali sono in possesso dei requisiti, ma con deroga dal titolo di studio per chi ha già svolto il ruolo di DSGA per almeno 3 anni negli ultimi 8. Sarà, inoltre, valorizzato il servizio svolto.

Dalla lettura dell’emendamento, inoltre, apprendiamo che il concorso per DSGA, qualora lo stesso venisse approvato, dovrebbe svolgersi entro il mese di ottobre 2017 (non settembre come comunicato dalla Gilda).

Ecco l’emendamento, pubblicato dall’ispettore Bruschi sul suo profilo FB:

“il testo dell’emendamento 3.47 Puglisi ed altri al DL 73/2017: Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:
«3-bis. Al fine di assicurare gli adempimenti di cui ai commi 1 e 2, è bandito entro il mese di ottobre 2017 un concorso pubblico per l’assunzione di direttori dei servizi generali ed amministrativi, nei limiti delle facoltà assunzionali, ai sensi dell’articolo 39, commi 3 e 3-bis, della legge 27 dicembre 1997, n. 449. Gli assistenti amministrativi che, alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge, hanno maturato almeno tre anni di servizio negli ultimi otto anni nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi possono partecipare alla procedura concorsuale anche in deroga ai requisiti professionali previsti». Suggerirei però una correzione. La “laurea” non è un requisito professionale. E’ un requisito di accesso. Se si vuole derogare al possesso del titolo di accesso previsto e si vuole evitare un prevedibilissimo contenzioso, forse è opportuno scrivere “anche in deroga ai titoli di accesso al profilo previsti dalla normativa vigente”.”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur